aimac logo

Il ritorno alla normalità

Tornare al più presto a una vita normale è il desiderio di tutti i pazienti, ma soprattutto dei malati di cancro, sia guariti sia cronici, in cui le terapie riescono a controllare a lungo la malattia con la quale si dovrà convivere.

Con la fine dei trattamenti terapeutici si conclude per molti pazienti un periodo difficile e inizia un periodo altrettanto impegnativo, caratterizzato dal desiderio di riappropriarsi della propria vita e di raggiungere un nuovo equilibrio, anche emotivo. Anche se il malato (e chi lo assiste) -spera che quest’esperienza diventi al più presto un brutto ricordo, nella realtà le sue conseguenze continueranno a farsi sentire sia a livello psicologico sia fisico, senza considerare che, se un intervento chirurgico ha cambiato per sempre il corpo, si devono fare i conti anche con un senso di perdita del proprio essere.

Per raggiungere una condizione di benessere sono necessari interventi riabilitativi specifici che, a seconda del tipo di tumore, delle terapie ricevute e delle caratteristiche individuali, portino a un recupero della persona nella sua totalità. Tuttavia, un ruolo importante riveste anche la capacità del paziente di mantenere una vita attiva, che significa non solo muoversi, camminare, fare sport compatibili con l’età e con le condizioni di salute, ma anche avere una vita lavorativa e sociale. L’attività sociale (lavoro, famiglia, volontariato) è per molti un importantissimo fattore che scandisce il tempo durante la giornata e che fa sentire attivi e impegnati in un progetto. Condividere la giornata con i familiari e gli amici più cari aiuta a distogliere la mente dai problemi di salute.

Informazioni aggiuntive

  • Scarica il libretto in pdf:

    PdfButton

Letto 2693 volte Ultima modifica il Lunedì, 27 Marzo 2017

ATTENZIONE!

Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica.

Pur garantendo l'esattezza e il rigore scientifico delle informazioni, AIMaC declina ogni responsabilità con riferimento alle indicazioni fornite sui trattamenti, ricordando a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico curante.


© AIMAC 2015. Tutti i diritti sono riservati. La riproduzione e la trasmissione in qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo, elettronico o meccanico, comprese fotocopie, registrazioni o altro tipo di sistema di memorizzazione o consultazione dei dati sono assolutamente vietate senza previo consenso scritto di AIMaC.

 

logo Filos  

Hai bisogno di informazioni sui diritti del malato?

Filos, l'assistente virtuale è qui per te!

 

AIMAC tree

 

Grazie per aver scaricato il libretto!

I libretti di Aimac per i malati sono gratuiti, ma molto onerosi per l’Associazione che ne cura il costante aggiornamento, la grafica, la stampa e la distribuzione.

La sua lettura Ti è risultata utile?
Con una piccola donazione Aimac potrà continuare ad assicurare ascolto, informazione e sostegno psicologico ai malati e ai loro familiari nel faticoso percorso di cura.