aimac logo

Condividi la tua storia

condividi storia banner

Condividere la tua storia è un bellissimo modo per impegnarti in prima linea insieme a noi: che tu sia un paziente, un ex-malato, un caregiver o un volontario, la tua storia è una testimonianza importante!

Leggi tutto...

Logo scu

Bando Servizio Civile Universale: Aimac recluta giovani tra i 18 e i 28 anni per 1 progetto nazionale

E’ stato pubblicato sul sito del Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale il ““Bando per la selezione di 56.205 operatori volontari da impiegare in progetti relativi a programmi di intervento di Servizio civile universale da realizzarsi in Italia, all’estero, nei territori delle regioni interessate dal Programma Operativo Nazionale - Iniziativa Occupazione Giovani (PON-IOG “Garanzia Giovani” – Misura 6 bis) e in programmi di intervento specifici per la sperimentazione del “Servizio civile digitale” rivolto a giovani di età compresa tra il 18 e i 28 anni compiuti (per informazioni esaustive sui requisiti necessari per l’ammissione, è possibile consultare il Bando ordinario).

Nell’ambito del Bando, AIMaC, in partenariato con FAVO, recluta 157 volontari in un progetto nazionali da realizzarsi in Italia:

  • Informacancro (codice progetto PTXSU0004321012099NXTX)

I progetti si prefiggono di migliorare la conoscenza e consapevolezza della dimensione familiare, sociale e sanitaria del cancro da parte dei giovani italiani, superando l’isolamento e la discriminazione dei malati oncologici vittime dello stigma negativo del cancro come malattia inguaribile e incurabile sia in ambiente sociale che lavorativo, con la creazione di un’adeguata formazione civica, sociale, culturale e professionale dei volontari in merito alle esigenze di informazioni mirate e accoglienza dei malati di cancro e delle loro famiglie.

Untitled design 46Comincia il 7 luglio 2021 alle 15.00 una rassegna di webinar organizzati da Aimac insieme all'Associazione Italiana Stomizzati (AIStom), e alla Federazione Italiana Incontinenti e Disfunzioni del pavimento pelvico (Fincopp).

Questi eventi formativi e informativi, sono intitolati "La presa in carico del paziente con tumore al colon-retto. PDTA, diagnosi, diritti, nutrizione", e mirano a offrire una panoramica di informazioni utili, differenziate e dedicate ai malati di cancro al colon-retto delle singole regioni italiane.

9Riprendono l'8 settembre i webinar organizzati da Aimac insieme all'Associazione Italiana Stomizzati (AIStom), e alla Federazione Italiana Incontinenti e Disfunzioni del pavimento pelvico (Fincopp).

In questa nuova serie di incontri, il focus si sposta sul tumore della vescica, sempre con l'obiettivo di informare i malati oncologici su diagnosi, diritti, nutrizione, aspetti psicologici, ecc.
Come sempre, le informazioni saranno mirate, e riguarderanno un ambito territoriale diverso per ciascun incontro.

Venerdì, 03 Settembre 2021

Questionario CAPABLE Virtual Coach

capable logoCome parte del progetto Horizon 2020 CAPABLE (capable-project.eu) di cui Aimac è partner ufficiale, i ricercatori dell'Università di Poznan, Polonia (Prof. Szymon Wilk e Dr. Aneta Lisowska), l'Università di Pavia, Italia (Prof. Silvana Quaglini, Dr. Lucia Sacchi e Nicole Veggiotti) e l'Università di Haifa, Israele (Prof. Mor Peleg), sta sviluppando un sistema di coaching virtuale che mira ad aiutare i malati di cancro a costruire abitudini di salute desiderabili al fine di migliorare la loro qualità di vita e il loro benessere. Il sistema di coaching virtuale suggerirà ai pazienti semplici attività di breve durata che possono avere un impatto positivo sul loro benessere psicofisico, come respirazione profonda, passeggiata nella natura, 5 minuti di Tai Chi e diario della gratitudine. In letteratura è dimostrato che tutte queste attività possono avere un impatto positivo sul sonno e sullo stress. Su base giornaliera, il sistema di coaching virtuale invierà promemoria al paziente per eseguire queste attività.

0 contributo fondo perduto covid19 2021 dl 73 2021 sostegni bisCon il Decreto “Sostegni-bis” (D.l. n. 73/2021) il “Reddito di ultima istanza” - introdotto nel marzo 2020 dal Decreto “Cura Italia” e dal Decreto “Agosto” (D.L. n. 104/2020) - potrà essere erogato anche ai liberi professionisti con disabilità, che finora erano ingiustamente esclusi da questa provvidenza economica.

Dopo più di un anno, la norma correttiva contenuta nell’articolo 37 del Decreto “Sostegni-bis”, equipara all’assegno di invalidità le prestazioni erogate, per la stessa finalità, dagli enti di previdenza cui sono obbligatoriamente iscritti i liberi professionisti.

Il chiarimento comporta pertanto l’estensione del “Reddito di ultima istanza” (cd. Bonus 600 Euro) ai soggetti con disabilità, sinora esclusi dalla platea dei beneficiari i quali debbono presentare apposita domanda presso le rispettive casse di previdenza entro il 31 luglio 2021, al fine di ottenere le tranche di 600,00 Euro di marzo e aprile 2020 e 1.000,00 Euro di maggio 2020.

Logo snc

Sono online le graduatorie provvisorie del progetto di servizio civile gestiti da Aimac- Bando ordinario 2020: Informacancro.
Le graduatorie diventano definitive solo dopo l’approvazione del Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Vi ricordiamo che i candidati idonei non selezionati, cioè coloro che pur avendo superato le selezioni si collocano in graduatoria in una posizione successiva al numero di posti disponibili, potrebbero essere contattati tramite e-mail per subentrare in posti vacanti dello stesso progetto o di altri progetti gestiti da FAVO. Nell’individuazione dei volontari subentranti, FAVO terrà conto dei seguenti criteri in ordine di priorità: posizione in graduatoria, area e settore di impiego, contiguità territoriale delle sedi di attuazione del progetto.

InFormazione Caregiver OnocologicoA partire da febbraio 2021 è possibile per i soci di Aimac iscriversi al corso gratuito “InFormazione del caregiver oncologico”, percorso realizzato da Aimac insieme a FAVO (Federazione italiana delle Associazioni di Volontariato in Oncologia) e a ISHEO.

Prendersi cura di una persona malata non è semplice, richiede la capacità di adattarsi continuamente alle sue esigenze in funzione dell’evoluzione della malattia, adempiendo a compiti specifici e gravosi, senza aver mai ricevuto un’adeguata formazione.