Fai una donazione ad AIMaCFai una donazione ad AIMaC

aimac

Schede sui tumori

aimacInformazioni sui singoli tumori: dalla diagnosi alla stadiazione alle terapie.



Il 30 novembre 2016 La Repubblica ha pubblicato un articolo sull'incontro che si è tenuto lo scorso 15 novembre al Senato dal titolo "Procreazione medicalmente assistita. La soddisfazione del desiderio di genitorialità, anche per i pazienti oncologici" e a cui ha partecipato anche la vicepresidente di AIMaC, Elisabetta Iannelli.

Nell’articolo è stato citato il lungo lavoro di AIMaC teso ad ottenere, per le donne in età fertile che si ammalano di cancro la possibilità di accedere gratuitamente ai farmaci per la preservazione della fertilità femminile. AIMaC, infatti, è da tempo impegnata sul tema e, per favorire la cultura della preservazione della fertilità nelle pazienti oncologiche, ha pubblicato il libretto informativo “Madre dopo il Cancro", che ha lo scopo di informare le giovani donne che alcune terapie antitumorali possono essere nocive per la fertilità, ma che tuttavia esistono delle possibilità per preservare la fertilità o, eventualmente, di portare avanti il proprio progetto di genitorialità attraverso l’adozione.

L’impegno di AIMaC è inoltre volto a garantire che le donne malate di tumore accedano ad un servizio specificamente dedicato alla preservazione della fertilità delle pazienti oncologiche, con un couselling adeguato per le loro necessità. A tal fine, in attesa dei risultati del censimento che sta effettuando il Registro nazionale della PMA, sul sito di AIMaC è stata inserita una lista di centri che offrono servizi di counseling per la preservazione della fertilità femminile nelle pazienti oncologiche.

Logo snc

Sono online le graduatorie provvisorie dei progetti di servizio civile gestiti da AIMaC - Bando Ordinario 2016: Informacancro Nord, Informacancro Centro, Informacancro Sud.
Le graduatorie diventano definitive solo dopo l’approvazione del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Vi ricordiamo che i candidati idonei non selezionati, cioè coloro che pur avendo superato le selezioni si collocano in graduatoria in una posizione successiva al numero di posti disponibili, potrebbero essere contattati tramite e-mail per subentrare in posti vacanti dello stesso progetto o di altri progetti gestiti da FAVO. Nell’individuazione dei volontari subentranti, FAVO terrà conto dei seguenti criteri in ordine di priorità: posizione in graduatoria, area e settore di impiego, contiguità territoriale delle sedi di attuazione del progetto.

Non è ancora possibile indicare la data di partenza dei progetti, ma vi consigliamo di rimanere in contatto con le sedi servizio e di consultare periodicamente il sito e la posta elettronica per essere aggiornati

Per accedere alle graduatorie consulta questa pagina.

servizio fertilita AIMaCTutti i giovani che si ammalano di tumore devono sapere che è possibile preservare la fertilità dal rischio di danni connessi alle cure antitumorali: AIMaC offre il Servizio di informazione e di orientamento “Diventare genitori dopo il cancro” per dare tutte le informazioni utili ai malati e per far conoscere alle giovani donne che oggi c'è una possibilità in più grazie all'utilizzo di farmaci che mettono a riposo le ovaie.

Il servizio di AIMaC e le conquiste del volontariato oncologico per la preservazione della fertilità nei malati oncologici.

La Federazione italiana delle Associazioni di Volontariato in Oncologia, FAVO Donna e l’Associazione Italiana Malati di Cancro - AIMaC da anni perseguono con costanza, dedizione e competenza il delicato problema della preservazione della fertilità per i malati di cancro. E' merito del volontariato oncologico aver portato per la prima volta all’attenzione dell’opinione pubblica e delle istituzioni questo diritto negato alle giovani donne ed ai giovani uomini che si ammalano di tumore, e per farlo, come sempre, hanno creato alleanze e sinergie con tutti gli stakeholder e realizzato azioni progettuali ed informative sul tema della preservazione della fertilità in oncologia.

Una delle prime attività è stata la pubblicazione curata da AIMaC della brochure Padre dopo il Cancro (in collaborazione con il Registro Nazionale di Procreazione Medicalmente Assistita - Istituto Superiore di Sanità, la Società Italiana di Endocrinologia e il Dipartimento di Fisiopatologia Medica del Policlinico Umberto I) contenente informazioni generali sulla crioconservazione del seme e un indirizzario dei centri a cui è possibile rivolgersi.
E’ seguita, poi, la partecipazione al progetto (finanziato dal Ministero della Salute nell’ambito del Programma di ricerca sulle cause psicologiche, ambientali e sociali, dei fenomeni della sterilità e della infertilità L. 40/2004): “Strategie sinergiche per la diffusione della cultura della preservazione della fertilità nei pazienti oncologici: approccio integrato tra medicina della riproduzione ed istituzioni” insieme all’Ospedale San Raffaele di Milano e al Registro Nazionale di Procreazione Medicalmente Assistita dell’Istituto Superiore di Sanità.

In esecuzione delle attività progettuali per la diffusione della cultura della preservazione della fertilità nei pazienti oncologici previste e realizzate, sono certamente di rilievo i corsi ECM a cura del Registro di PMA dell’ISS, con la partecipazione di AIMaC in rappresentanza dei pazienti e la realizzazione del libretto informativo “Madre dopo il cancro e preservazione della fertilità”, diretto ad informare le giovani donne che si ammalano di tumore sui rischi di infertilità connessi ad alcune terapie antitumorali e sulle strategie di preservazione della fertilità attualmente disponibili.

Forte di questo know how, AIMaC assicura il Servizio di informazione e di orientamento “Diventare genitori dopo il cancro”, volto a promuovere la tutela della preservazione della fertilità prima dei trattamenti oncologici e il diritto alla genitorialità dopo un tumore attraverso la gravidanza naturale, la procreazione medicalmente assistita e l’adozione. Il Servizio è contattabile telefonicamente attraverso l’helpline dell’Associazione (n. verde 840503579, tel 064825107) o di persona recandosi presso la sede AIMaC di Roma in via Barberini, 11 (previa richiesta di appuntamento).

cancro del pancreasIn una classifica per frequenza, il tumore al pancreas è al dodicesimo posto nel mondo. In Europa, è il settimo tumore più frequente: in tutta l'Unione Europea, circa 12 uomini e 8 donne ricevono la diagnosi di questa malattia ogni giorno. 

AIMaC aggiunge alla Collana del Girasole il Cancro del Pancreas, una nuovissima pubblicazione dedicata alle neoplasie pancreatiche con informazioni dettagliate su cause, sintomi, diagnosi, tipi di trattamento e relativi effetti collaterali, nonché sulle nuove terapie e sugli aspetti nutrizionali.

Come per tutte le pubblicazioni di AIMaC, è possibile consultare il libretto online o scaricarlo in pdf.

×

Aiutaci ad aiutare!

 

AIMAC tree

I servizi messi a disposizione da AIMaC per i malati di cancro sono completamente gratuiti, ma molto onerosi per l'Associazione. Se ogni visitatore del sito facesse anche solo una piccola donazione, la nostra raccolta fondi terminerebbe in pochi giorni permettendoci di continuare a sostenere i malati e i loro familiari lungo il percorso della malattia. 

Dona ora!