aimac logo

Le cause del linfedema

Il linfedema secondario è solitamente correlato al danneggiamento del sistema linfatico a causa di un tumore e/o dei trattamenti seguiti.

La chirurgia con l’asportazione dei linfonodi (linfadenectomia) può ridurre il funzionamento del sistema linfatico nella stazione interessata, causando un accumulo di linfa a valle dell’area operata.

La radioterapia estesa sui distretti linfonodali può danneggiare linfonodi e vasi linfatici, determinando la formazione di un tessuto fibroso che ostruisce il flusso della linfa.

Le cellule tumorali che si diffondono ai linfonodi possono ostruire i vasi linfatici e gli stessi linfonodi, causando un accumulo di linfa.

Un tumore adiacente può comprimere i vasi linfatici e bloccare i linfonodi più vicini, soprattutto se è voluminoso.

Anche alcuni nuovi chemioterapici possono causare linfedema.

Il linfedema non deve essere confuso con l’edema, le cui cause, terapia ed evoluzione sono diverse rispetto a quelle del linfedema. Se si nota la comparsa di un qualunque gonfiore, non esitare a parlarne con il medico curante.

Informazioni aggiuntive

  • Scarica il libretto in pdf:

    PdfButton

Letto 19789 volte Ultima modifica il Giovedì, 24 Settembre 2020

ATTENZIONE!

Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica.

Pur garantendo l'esattezza e il rigore scientifico delle informazioni, AIMaC declina ogni responsabilità con riferimento alle indicazioni fornite sui trattamenti, ricordando a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico curante.


© AIMAC 2019. Tutti i diritti sono riservati. La riproduzione e la trasmissione in qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo, elettronico o meccanico, comprese fotocopie, registrazioni o altro tipo di sistema di memorizzazione o consultazione dei dati sono assolutamente vietate senza previo consenso scritto di AIMaC.