aimac

Il trattamento e la gestione del linfedema

Il trattamento del linfedema ha lo scopo di ridurre il volume dell’arto interessato e migliorarne la funzionalità, alleviare i sintomi, prevenire l’ulteriore ristagno di linfa e l’insorgenza di infezioni. In seguito al trattamento, il gonfiore dovrebbe ridursi e i sintomi dovrebbero migliorare, ma in taluni casi ci potrebbero volere settimane o mesi prima di notare un vero e proprio miglioramento.

Il medico o il fisioterapista vi spiegheranno e dimostreranno come prendervi cura della cute, eseguire gli esercizi, fare i massaggi e anche applicare i tutori elasto-compressivi. Alcuni trattamenti devono essere effettuati giornalmente per dare migliori risultati. A poco a poco vi accorgerete che la cura del linfedema diventa parte della vostra vita quotidiana e quindi routine.
Il trattamento del linfedema che interessa un braccio o una gamba consiste in:

  • cura della cute per prevenire lesioni e infezioni;
  • massaggi manuali, il cosiddetto linfodrenaggio, per facilitare il deflusso della linfa;
  • applicazione di tutori elasto-compressivi e bendaggi compressivi (terapia contenitiva);
  • esercizi specifici per migliorare il flusso della linfa e favorirne il drenaggio (terapia motoria);
  • pressoterapia (terapia meccanica);
  • esercizi di respirazione profonda da inserire nella routine quotidiana;
  • controllo del peso.

I risultati migliori si ottengono se i trattamenti sono iniziati precocemente, sono eseguiti con costanza e regolarità e proseguiti nel tempo.

Informazioni aggiuntive

Letto 4750 volte Ultima modifica il Giovedì, 26 Settembre 2013

ATTENZIONE!

Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica.

Pur garantendo l'esattezza e il rigore scientifico delle informazioni, AIMaC declina ogni responsabilità con riferimento alle indicazioni fornite sui trattamenti, ricordando a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico curante.


© AIMAC 2015. Tutti i diritti sono riservati. La riproduzione e la trasmissione in qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo, elettronico o meccanico, comprese fotocopie, registrazioni o altro tipo di sistema di memorizzazione o consultazione dei dati sono assolutamente vietate senza previo consenso scritto di AIMaC.

 

aimac uicc c2c4c pop