aimac

Esercizi fisici per il linfedema

Esercizi fisici

Esercitarsi e mantenersi fisicamente attivi ha un ruolo molto importante per gestire e ridurre il linfedema: aiuta a sentirsi meglio, favorisce la circolazione linfatica attraverso il potenziamento del lavoro muscolare, migliora i movimenti dell’arto, aiuta a ridurre la sensazione di pesantezza e di gonfiore, migliora i risultati degli altri trattamenti.

Per non affaticare troppo l’arto interessato dal linfedema è bene preferire ginnastiche dolci (yoga, stretching, ginnastica in acqua), specie se associate a tecniche di respirazione,  o esercizi più specifici.

Eseguire gli esercizi che piacciono aumenta le probabilità di adesione al piano terapeutico e di raggiungimento del risultato desiderato. Anche nuotare e camminare sono valide alternative. Il nuoto, in particolare, è utile in presenza di problemi articolari, perché potenzia i muscoli senza sforzare le articolazioni.

Consigli pratici

  • Eseguire gli esercizi preferibilmente al mattino, quando l’arto non è ancora affaticato dalla routine quotidiana.
  • Sia in palestra che in casa da soli, eseguire gli esercizi lentamente, facendo delle brevi pause tra una serie e l’altra, senza mai superare la propria resistenza alla fatica.
  • Eseguire gli esercizi con gradualità e regolarità, attenendosi sempre alle indicazioni del terapista o dell’infermiere.
  • Eseguire gli esercizi sempre con il tutore elasto-compressivo.

Esercizi da fare autonomamente

Gli esercizi di seguito descritti si possono eseguire da soli dopo aver indossato il tutore elasto-compressivo o aver applicato il  bendaggio compressivo:

 

 

Informazioni aggiuntive

Letto 9164 volte Ultima modifica il Giovedì, 26 Settembre 2013

ATTENZIONE!

Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica.

Pur garantendo l'esattezza e il rigore scientifico delle informazioni, AIMaC declina ogni responsabilità con riferimento alle indicazioni fornite sui trattamenti, ricordando a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico curante.


© AIMAC 2015. Tutti i diritti sono riservati. La riproduzione e la trasmissione in qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo, elettronico o meccanico, comprese fotocopie, registrazioni o altro tipo di sistema di memorizzazione o consultazione dei dati sono assolutamente vietate senza previo consenso scritto di AIMaC.

 

aimac uicc c2c4c pop