aimac logo

Lavoratori autonomi e liberi professionisti

Il c.d. Jobs Act dei lavoratori autonomi [1] ha disciplinato in maniera più organica, anche se ancora insufficiente rispetto ai bisogni dei malati oncologici, la tutela di questi lavoratori iscritti alla gestione separata INPS i quali, se costretti a sospendere anche solo temporaneamente l'attività lavorativa a causa della patologia e delle terapie oncologiche, hanno diritto all'indennità di malattia (massimo 61 giorni/anno) ed eventualmente all'indennità di degenza ospedaliera (massimo di 180 giorni/anno). L’art. 8, co. 10 della legge 81/2017 [2], inoltre, ha indirettamente esteso l’indennità di malattia equiparandola alla degenza ospedaliera in caso di trattamenti terapeutici per malattie oncologiche o di gravi patologie che comportino una inabilità lavorativa temporanea del 100%. Il riconoscimento della tutela per questa che può definirsi “degenza domiciliata”, comporta l’estensione dell’indennità da un massimo di 61 giorni annui ad un massimo di 180 giorni annui [3].

Infine, nel caso in cui la malattia sia di - gravità tale da impedire lo svolgimento dell’attività lavorativa per oltre sessanta giorni, il versamento dei contributi previdenziali e dei premi assicurativi è sospeso per l'intera durata della malattia, fino ad un massimo di due anni, decorsi i quali il lavoratore è tenuto a versare a rate i contributi e i premi maturati durante la sospensione [4].
I lavoratori iscritti alla Gestione Separata INPS possono ottenere, in presenza dei requisiti sanitari e previdenziali previsti per legge: l'assegno ordinario d'invalidità o la pensione d'inabilità.

Per i liberi professionisti iscritti alle rispettive casse previdenziali, il regolamento di ciascuna cassa può prevedere forme diverse di sostegno o assistenza diretta o indiretta (ad esempio, sospensione, rateizzazione o esonero temporale [5] dei contributi previdenziali oppure erogazione di provvidenze assistenziali straordinarie per eventi di malattia gravi che impediscono in tutto o in parte, per un certo periodo di tempo, lo svolgimento dell'attività professionale).

[1] L. 81/2017.

[2] Art. 8, co. 10 L.81/2017 “ Per gli iscritti alla Gestione separata di cui all'articolo 2, comma 26, della legge 8 agosto 1995, n. 335, i periodi di malattia, certificata come conseguente a trattamenti terapeutici di malattie oncologiche, o di gravi patologie cronico-degenerative ingravescenti o che comunque comportino una inabilita' lavorativa temporanea del 100 per cento, sono equiparati alla degenza ospedaliera.”

[3] Circ. INPS n.139/2017 applicativa dell’art. 8, comma 10, L. 81/ 2017 e relativa tabella allegata.

 

 

Informazioni aggiuntive

  • Scarica il libretto in pdf:

    PdfButton

Letto 17535 volte Ultima modifica il Martedì, 13 Novembre 2018

ATTENZIONE!

Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica.

Pur garantendo l'esattezza e il rigore scientifico delle informazioni, AIMaC declina ogni responsabilità con riferimento alle indicazioni fornite sui trattamenti, ricordando a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico curante.


© AIMAC 2015. Tutti i diritti sono riservati. La riproduzione e la trasmissione in qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo, elettronico o meccanico, comprese fotocopie, registrazioni o altro tipo di sistema di memorizzazione o consultazione dei dati sono assolutamente vietate senza previo consenso scritto di AIMaC.

 

logo Filos  

Hai bisogno di informazioni sui diritti del malato?

Filos, l'assistente virtuale è qui per te!

 

AIMAC tree

 

Grazie per aver scaricato il libretto!

I libretti di Aimac per i malati sono gratuiti, ma molto onerosi per l’Associazione che ne cura il costante aggiornamento, la grafica, la stampa e la distribuzione.

La sua lettura Ti è risultata utile?
Con una piccola donazione Aimac potrà continuare ad assicurare ascolto, informazione e sostegno psicologico ai malati e ai loro familiari nel faticoso percorso di cura.