aimac logo

Stadiazione e grado di differenziazione

Conoscere lo stadio e il grado del tumore è utile allo  specialista che ha in cura il paziente per stabilire la prognosi e il trattamento più idoneo per il singolo caso.

Stadiazione

Stadio è un termine utilizzato convenzionalmente dai medici per descrivere le dimensioni di un tumore e soprattutto la sua eventuale diffusione al di fuori dell’organo da cui ha avuto origine. La stadiazione rappresenta, quindi, un momento preoperatorio indispensabile per inquadrare correttamente i successivi passi terapeutici. Per una stadiazione corretta, lo specialista può richiedere diversi esami.

Nel caso dei tumori del testicolo, a seconda dell’estensione del tumore al momento della diagnosi e dell’intervento di orchiectomia vengono distinti i seguenti tre stadi:

  • primo stadio: le cellule tumorali sono presenti solamente nel testicolo;
  • secondo stadio: le cellule tumorali hanno raggiunto anche i linfonodi retroperitoneali;
  • terzo stadio: la malattia è avanzata e le cellule tumorali hanno raggiunto altri organi (polmone, linfonodi al di fuori dell’addome, fegato).

La stadiazione è fondamentale per la scelta della terapia o dei controlli.

Letto 5954 volte Ultima modifica il Mercoledì, 18 Aprile 2018

ATTENZIONE!

Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica.

Pur garantendo l'esattezza e il rigore scientifico delle informazioni, AIMaC declina ogni responsabilità con riferimento alle indicazioni fornite sui trattamenti, ricordando a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico curante.


© AIMAC 2019. Tutti i diritti sono riservati. La riproduzione e la trasmissione in qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo, elettronico o meccanico, comprese fotocopie, registrazioni o altro tipo di sistema di memorizzazione o consultazione dei dati sono assolutamente vietate senza previo consenso scritto di AIMaC.