aimac logo

I vostri cari

Avere il cancro non rende diversi al punto da avere meno bisogno di amore, di compagnia, di distrazione, di amicizia e di svago. Piuttosto è il contrario. Per molti malati, gli amici, la famiglia e il partner diventano ancora più importanti, una fonte preziosa di rassicurazione e soddisfazione. In molti casi il coniuge, il partner, i figli, i parenti, gli amici, i colleghi e i medici si aspettano dal malato un segnale che indichi il suo bisogno di esprimere il proprio disagio.

Alcuni malati avvertono tutto il peso della malattia sulle loro spalle: cercano di essere forti e di aiutare amici e familiari a parlare della malattia. Se riuscirete ad avere un confronto aperto, probabilmente vi sentirete sollevati e in grado di reagire. Tuttavia, quando non vi sentite bene o siete di cattivo umore, parlare può risultare difficile.

Una grave malattia mette a dura prova i rapporti interpersonali e molti non sanno come comportarsi. Vi accorgerete che le persone che vi circondano possono reagire in modi inaspettati: alcune tentano di negare la gravità della situazione, mostrandosi falsamente allegri; altre preferiscono rinunciare alla vostra compagnia per incapacità personale o per non correre il rischio di pronunciare frasi fuori luogo; altre ancora evitano di parlare della malattia, o si mostrano addirittura indifferenti. I genitori o il partner possono assumere atteggiamenti iperprotettivi nei vostri confronti, cercando, in questo modo, di proteggere voi e se stessi, nonostante la consapevolezza reciproca di quanto sta accadendo.

A volte, amici di vecchia data e parenti stretti si allontanano proprio nel momento in cui avete più bisogno di loro. Può essere utile ricordare che la nuova condizione di malattia mette a dura prova tanto voi quanto le persone che vi stanno accanto.

"Non ha importanza quanto i familiari e gli amici ti vogliano bene, ma vivere con una persona che sta male non è mai facile. Nessuno è veramente in grado di capire la tua sofferenza, non solo fisica, ma non devi fargliene una colpa.

 

Per approfondire

Consigli e suggerimenti per aiutare a superare gli ostacoli nella comunicazione tra parenti, amici e le persone malate sono presenti su Non so cosa dire.

 

Informazioni aggiuntive

  • Scarica il libretto in pdf:

    PdfButton

Letto 4890 volte Ultima modifica il Mercoledì, 15 Giugno 2016

ATTENZIONE!

Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica.

Pur garantendo l'esattezza e il rigore scientifico delle informazioni, AIMaC declina ogni responsabilità con riferimento alle indicazioni fornite sui trattamenti, ricordando a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico curante.


© AIMAC 2019. Tutti i diritti sono riservati. La riproduzione e la trasmissione in qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo, elettronico o meccanico, comprese fotocopie, registrazioni o altro tipo di sistema di memorizzazione o consultazione dei dati sono assolutamente vietate senza previo consenso scritto di AIMaC.