Fai una donazione ad AIMaCFai una donazione ad AIMaC

aimac

Il cancro avanzato

Il cancro avanzato

Come affrontare l’evoluzione negativa della malattia

Rielaborazione critica del testo:
Giuseppe Casale (U.O. Cure palliative Antea – Roma), Maria Antonietta Annunziata (SOS dipartimentale di Psicologia oncologica), Simon Spazzapan (hospice “via di Natale”, Centro di riferimento oncologico - Aviano (PN)

Ultima edizione: aprile 2016

 

PdfButton

A volte apprendere che il tumore si è ripresentato o diffuso ha effetti ancora più sconvolgenti della diagnosi iniziale. Può essere difficile accettarlo: i pensieri…
Alcune persone si fidano immediatamente e aderiscono subito al piano terapeutico raccomandato dall'oncologo, mentre altri vogliono ricevere maggiori informazioni e pareri prima di sottoporsi a…
Affrontare un tumore che si è ripresentato o diffuso può indurre un senso di incertezza. Le preoccupazioni potrebbero riguardare il trattamento, il dolore, la perdita…
"Non ho ancora perso la speranza: le mie giornate sono ancora sopportabili e sono vissuta abbastanza per vedere mia figlia convolare a giuste nozze. Pensavo…
Avere il cancro non rende diversi al punto da avere meno bisogno di amore, di compagnia, di distrazione, di amicizia e di svago. Piuttosto è…
Condividere le emozioni con il partner può essere di aiuto ad entrambi sia per alleggerire il carico emotivo sia per superare la tristezza, l'ansia e…
Non c'è alcuna ragione medica che impedisca di avere una vita sessuale. Il cancro non è contagioso e il sesso non lo fa peggiorare. Anzi,…
Decidere cosa dire ai bambini sulla malattia è difficile. Un approccio schietto e onesto è di solito il modo migliore con tutti i bambini. Anche…
Alcuni amici e colleghi si sentiranno spesso insicuri circa il modo in cui avvicinarvi e lasceranno che siate voi a fare la prima mossa. Più…
Anche se apprezzate la vostra indipendenza, può essere difficile avere un atteggiamento positivo se vivete da soli.Coloro che vi vogliono bene vorranno potervi aiutare in…
Le reazioni individuali sono diverse e dipendono da molteplici fattori fisici, psichici e sociali (risorse personali in termini di energia e potenzialità, credenze, capacità di…
È questo il momento in cui molti diventano più consapevoli dei propri sentimenti religiosi o spirituali. Chi ha fede trae spesso da qui la forza…
Lo sconvolgimento emozionale si può superare con il sostegno della famiglia, degli amici, dei gruppi di auto-aiuto e con il counselling. Tuttavia, se l'ansia e…
Le tecniche di rilassamento, training autogeno, pratiche di meditazione e visualizzazione, da sole o in combinazione, possano aiutare. Queste si possono apprendere da libri o…
Il medico di famiglia ha la responsabilità globale dell’assistenza anche se, finché si è sottoposti ad un trattamento oncologico attivo, è necessario fare riferimento all’oncologo.…
Revisione critica del testo: G. Casale - Unità Operativa Cure Palliative Antea, Roma; M. A. Annunziata - Centro di Riferimento Oncologico – Aviano (PN); ,…

ATTENZIONE!

Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica.

Pur garantendo l'esattezza e il rigore scientifico delle informazioni, AIMaC declina ogni responsabilità con riferimento alle indicazioni fornite sui trattamenti, ricordando a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico curante.


© AIMAC 2015. Tutti i diritti sono riservati. La riproduzione e la trasmissione in qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo, elettronico o meccanico, comprese fotocopie, registrazioni o altro tipo di sistema di memorizzazione o consultazione dei dati sono assolutamente vietate senza previo consenso scritto di AIMaC.

 

×

Aiutaci ad aiutare!

 

AIMAC tree

I servizi messi a disposizione da AIMaC per i malati di cancro sono completamente gratuiti, ma molto onerosi per l'Associazione. Se ogni visitatore del sito facesse anche solo una piccola donazione, la nostra raccolta fondi terminerebbe in pochi giorni permettendoci di continuare a sostenere i malati e i loro familiari lungo il percorso della malattia. 

Dona ora!