aimac logo

L’assicurazione INAIL per le malattie professionali

Il lavoratore affetto da malattia professionale è assistito dall’INAIL attraverso prestazioni sanitarie, economiche e integrative. L’assicurazione INAIL è obbligatoria per tutti i datori di lavoro che occupano lavoratori dipendenti e parasubordinati in attività che la legge classifica come ‘rischiose’. Ciò si applica anche agli artigiani e ai lavoratori autonomi dell’agricoltura.

La tutela assicurativa INAIL opera anche nel caso in cui il datore di lavoro non abbia pagato il premio assicurativo, mentre è sospesa per il lavoratore autonomo non in regola con i pagamenti del premio assicurativo fino alla regolarizzazione dell’obbligo contributivo. Infine, la copertura assicurativa esonera il datore di lavoro dalla responsabilità civile connessa e conseguente all’evento che ha causato la malattia professionale del lavoratore, a meno che in sede di giudizio non sia riconosciuto colpevole di reato .

La riforma Monti  ha abrogato il riconoscimento della causa di servizio e la prestazione economica dell’equo indennizzo che tutelavano i dipendenti pubblici per le malattie professionali in aggiunta all‘assicurazione INAIL.

Informazioni aggiuntive

  • Scarica il libretto in pdf:

    PdfButton

Letto 3943 volte

ATTENZIONE!

Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica.

Pur garantendo l'esattezza e il rigore scientifico delle informazioni, AIMaC declina ogni responsabilità con riferimento alle indicazioni fornite sui trattamenti, ricordando a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico curante.


© AIMAC 2019. Tutti i diritti sono riservati. La riproduzione e la trasmissione in qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo, elettronico o meccanico, comprese fotocopie, registrazioni o altro tipo di sistema di memorizzazione o consultazione dei dati sono assolutamente vietate senza previo consenso scritto di AIMaC.