aimac logo

Il mesotelioma come malattia professionale

Il mesotelioma pleurico può essere causato dall’esposizione professionale – anche se breve e di moderata intensità - all’asbesto. La malattia presenta, inoltre, un periodo medio di latenza molto lungo che può arrivare fino a 40 anni.

Si definisce malattia professionale “qualsiasi stato morboso che possa essere posto in rapporto causale con lo svolgimento di una qualsiasi attività lavorativa’ . Ciò significa che è contratta a causa dell’esposizione a fattori di rischio di natura fisica, chimica e biologica presenti nel luogo di lavoro (cosiddetto rischio ambientale) o a causa dell’attività lavorativa svolta.    

In base a determinati parametri indicati dalla legge , le malattie professionali sono suddivise in due gruppi: malattie tabellate e non tabellate. Le prime sono contratte nell’esercizio e a causa di determinate lavorazioni, elencate in tabelle allegate a specifici provvedimenti le-gislativi. Per tali malattie vige la cosiddetta ‘presunzione legale dell’origine professionale’, mentre per quelle non tabellate il lavoratore deve fornire la prova di essersi ammalato a causa del lavoro.

Il mesotelioma è incluso tra le malattie tabellate ; pertanto, l’origine professionale della malattia è sorretta da presunzione legale. Ciò significa che è sufficiente che il lavoratore dimostri di essere stato adibito a lavorazioni che lo hanno esposto all’azione delle fibre di amianto perché
sia riconosciuto il nesso di causalità con l’insorgenza del mesotelioma. Sarà l’Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro (INAIL) a dover provare che la malattia non ha origine professionale.

Informazioni aggiuntive

  • Scarica il libretto in pdf:

    PdfButton

Letto 5093 volte Ultima modifica il Martedì, 04 Febbraio 2014

ATTENZIONE!

Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica.

Pur garantendo l'esattezza e il rigore scientifico delle informazioni, AIMaC declina ogni responsabilità con riferimento alle indicazioni fornite sui trattamenti, ricordando a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico curante.


© AIMAC 2019. Tutti i diritti sono riservati. La riproduzione e la trasmissione in qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo, elettronico o meccanico, comprese fotocopie, registrazioni o altro tipo di sistema di memorizzazione o consultazione dei dati sono assolutamente vietate senza previo consenso scritto di AIMaC.