aimac logo

Ulteriori esami per il cancro del rene

IIl ruolo determinante dell’ecografia rende ormai marginale il ruolo dell’urografia e della risonanza magnetica nucleare, mentre la biopsia sotto controllo ecografico o tomografico è una procedura che sta diventando sempre più importante ed è utilizzata a finalità diagnostica.

Urografia i.v. (pielografia i.v.)

È un esame radiografico in disuso che si pratica solo occasionalmente perché le stesse informazioni possono essere acquisite con l'ecografia e con la TAC. Permette di rilevare eventuali alterazioni a carico dei reni o delle vie urinarie; si esegue nel reparto di radiologia e dura di norma circa un'ora; richiede l'uso di un mezzo di contrasto che si inietta in vena (di solito del braccio) e attraverso il circolo ematico giunge fino ai reni. 

Risonanza magnetica nucleare (RMN)

È una procedura diagnostica simile alla TAC, ma usa i campi magnetici anziché i raggi X per dare una serie di immagini in sezione trasversale delle strutture interne dell'organo oggetto della prova. Dura circa 30 minuti.

In alcuni casi si somministra un mezzo di contrasto in vena (di solito del braccio) per migliorare la qualità delle immagini.
Prima della RMN è necessario togliere tutti gli oggetti metallici. I portatori di monitor cardiaci, pacemaker o altri tipi di clip chirurgiche non possono sottoporsi alla RMN.

Biopsia sotto controllo ecografico o tomografico

La biopsia si esegue per prelevare un campione di cellule renali o di tessuto  da esaminare al microscopio. Aiutandosi con l'ecografia o con la TAC il medico riesce a raggiungere con maggiore precisione il punto da cui vuole prelevare il campione cellulare.

Prima di eseguire l'esame si somministra un anestetico locale. Il rene viene quindi visualizzato su un monitor, sul quale il medico può seguire l'introduzione dell'ago da biopsia attraverso la cute fino all'organo. Quindi preleva un campione di cellule e ritrae l'ago. L'esame è concluso, ma il medico potrebbe ritenere opportuno trattenervi ancora per qualche ora o anche per l'intera notte. Oramai la biopsia è un esame veloce e sicuro, con una bassissima percentuale di complicazioni, per lo più di modesta entità (ad esempio, piccole emorragie).

Analisi del sangue

Sono fondamentali e consentono ai medici di valutare le vostre condizioni generali e anche eventuali conseguenze causate dalla malattia (ad esempio la presenza di anemia o elevati livelli di calcio o di lattico deidrogenasi nel sangue).

Radiografia del torace

Si esegue di routine per verificare le condizioni di cuore e polmoni. Spesso è necessaria un'indagine più approfondita con la TAC.

Informazioni aggiuntive

  • Scarica il libretto in pdf:

    PdfButton

Letto 7721 volte Ultima modifica il Giovedì, 19 Aprile 2018

ATTENZIONE!

Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica.

Pur garantendo l'esattezza e il rigore scientifico delle informazioni, AIMaC declina ogni responsabilità con riferimento alle indicazioni fornite sui trattamenti, ricordando a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico curante.


© AIMAC 2015. Tutti i diritti sono riservati. La riproduzione e la trasmissione in qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo, elettronico o meccanico, comprese fotocopie, registrazioni o altro tipo di sistema di memorizzazione o consultazione dei dati sono assolutamente vietate senza previo consenso scritto di AIMaC.

 

aimac uicc c2c4c pop

logo Filos  

Hai bisogno di informazioni sui diritti del malato?

Filos, l'assistente virtuale è qui per te!

 

AIMAC tree

 

Grazie per aver scaricato il libretto!

I libretti di Aimac per i malati sono gratuiti, ma molto onerosi per l’Associazione che ne cura il costante aggiornamento, la grafica, la stampa e la distribuzione.

La sua lettura Ti è risultata utile?
Con una piccola donazione Aimac potrà continuare ad assicurare ascolto, informazione e sostegno psicologico ai malati e ai loro familiari nel faticoso percorso di cura.