Fai una donazione ad AIMaCFai una donazione ad AIMaC

aimac

La radioterapia

La radioterapia

Rielaborazione critica del testo:
Commissione A.I.RO. Associazione Italiana Radioterapia Oncologica; Maurizio Muscaritoli, Isabella Preziosa (Dipartimento di Medicina clinica, Università La Sapienza - Roma); Gianfranco Brusadin, Giovanni Penduzzu (AITRO - Associazione Italiana Tecnici di Radioterapia Oncologica e Fisica Sanitaria), Marie Paule Gardes, Angela Menghini (AIIRO - Associazione Infermieri Radioterapia Oncologica).

Ultima edizione: aprile 2016

PdfButton

Fin dalla loro scoperta, avvenuta circa un secolo fa, i raggi X hanno trovato sempre più vasta applicazione in medicina sia a scopo diagnostico (quando…
La radioterapia può avere intento: curativo (o radicale); profilattico (o precauzionale); palliativo (o sintomatico). La radioterapia a scopo curativo (o radicale) mira all’eliminazione delle cellule…
Prima di procedere a qualunque trattamento il radioterapista oncologo ha il dovere di spiegarvi dettagliatamente lo scopo, le modalità e le conseguenze che questo potrebbe…
Per ragioni di sicurezza, la maggior parte dei centri di radioterapia è ubicata in aree che permettono la costruzione di strutture schermate adeguatamente, affinché le…
Il radioterapista oncologo è il medico specialista esperto in oncologia e sull’uso delle radiazioni ionizzanti a scopo terapeutico. A lui è affidato non solo il…
Il trattamento La radioterapia a fasci esterni utilizza i raggi X ad alta energia prodotti dall’acceleratore lineare, un’apparecchiatura costituita da un lettino, sul quale dovrete…
I risultati più recenti della ricerca hanno consentito di mettere a punto nuove modalità di radioterapia allo scopo di assicurare un migliore controllo della malattia…
La brachiterapia si esegue introducendo la sorgente radioattiva in forma sigillata direttamente nel tessuto neoplastico o nelle sue immediate vicinanze. Due sono le modalità di…
La radioterapia può determinare effetti indesiderati o avversi. È importante tenere sempre presente che le reazioni al trattamento variano da persona a persona ed anche…
L’irradiazione del cavo orale può determinare alterazioni a carico della dentatura. Per questo motivo dovete sottoporvi a controlli odontoiatrici più frequenti. Se opportuno, il radioterapista…
Difficoltà alla deglutizione: dopo due-tre settimane, ma a volte anche dopo appena qualche giorno, dalla conclusione del trattamento si avverte una sensazione come di costrizione,…
Senso di nausea: scompare di solito alla conclusione del trattamento. Il radioterapista oncologo può prescrivere dei farmaci antiemetici per alleviare il fastidio; inoltre può essere…
Mangiare e bere Seguire una dieta sana e bere molti liquidi; se non si ha voglia di mangiare, meglio piccoli spuntini per tutto l’arco della…
Per la donna L’irradiazione locale della pelvi può avere come conseguenza la compromissione della funzionalità delle ovaie. L’irradiazione delle ovaie induce la menopausa, con comparsa…
Concluso il trattamento, sarete sottoposti a controlli periodici presso il centro di radioterapia o presso l’ospedale di riferimento. È questo ciò che i medici definiscono…
Revisione critica del testo: Commissione A.I.RO. Associazione Italiana Radioterapia Oncologica; M. Muscaritoli, I. Preziosa (Dipartimento di Medicina Clinica, Sapienza – Università di Roma); G. Brusadin,…

ATTENZIONE!

Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica.

Pur garantendo l'esattezza e il rigore scientifico delle informazioni, AIMaC declina ogni responsabilità con riferimento alle indicazioni fornite sui trattamenti, ricordando a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico curante.


© AIMAC 2015. Tutti i diritti sono riservati. La riproduzione e la trasmissione in qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo, elettronico o meccanico, comprese fotocopie, registrazioni o altro tipo di sistema di memorizzazione o consultazione dei dati sono assolutamente vietate senza previo consenso scritto di AIMaC.

 

×

Aiutaci ad aiutare!

 

AIMAC tree

I servizi messi a disposizione da AIMaC per i malati di cancro sono completamente gratuiti, ma molto onerosi per l'Associazione. Se ogni visitatore del sito facesse anche solo una piccola donazione, la nostra raccolta fondi terminerebbe in pochi giorni permettendoci di continuare a sostenere i malati e i loro familiari lungo il percorso della malattia. 

Dona ora!