aimac

I linfomi non Hodgkin

I linfomi non Hodgkin

Rielaborazione critica del testo:
Federico Caligaris Cappio (Dipartimento di Oncologia IRCCS San Raffaele, Milano), Michele Spina (Divisione di Oncologia medica A, Centro di riferimento oncologico, Aviano (PN)

Ultima edizione: aprile 2015

 

 

PdfButton

Il linfoma è un tumore maligno del sistema linfatico. Come tutti i tumori, è causato da un’incontrollata moltiplicazione delle cellule. Benché le cellule che costituiscono…
Un linfoma non Hodgkin si differenzia dal linfoma di Hodgkin perché è privo della cellula di Reed-Sternberg, una cellula gigante caratterizzata da due nuclei distinti,…
Le cause dei linfomi non Hodgkin sono tuttora sconosciuta, almeno nella maggior parte dei casi. Sono stati, tuttavia, identificati alcuni fattori di rischio o predisponenti,…
Il primo sintomo della malattia è di solito un gonfiore indolore di un linfonodo superficiale del collo, ascellare o inguinale. Possono essere presenti anche:
Solitamente l'iter diagnostico comincia dal medico di medicina generale, che, dopo la visita, può prescrivere degli accertamenti e, se lo ritiene opportuno, suggerirvi di consultare…
Se la biopsia conferma la diagnosi di linfoma non Hodgkin, il medico curante vorrà approfondire gli accertamenti per verificare se la malattia è localizzata oppure…
I linfomi non Hodgkin rappresentano un gruppo eterogeneo di malattie dal punto di vista istologico e clinico. Per tale motivo è fondamentale che i medici…
La stadiazione è il processo che consente di stabilire l'estensione e la diffusione di un tumore, e dunque la sua aggressività. Nel caso dei linfomi,…
In genere il trattamento dei linfomi ha ottime probabilità di successo, e anche se le cellule tumorali si sono diffuse ad altri organi, nella maggior…
La chemioterapia consiste nella somministrazione di particolari farmaci antitumorali che hanno l'effetto di inibire la crescita e la divisione delle cellule tumorali fino a provocarne…
Gli anticorpi monoclonali sono molecole biologiche in grado di ‘riconoscere' e individuare cellule specifiche nell'organismo ed in tal modo svolgono un'azione antiblastica. Il loro compito…
La radioterapia consiste nell'uso di radiazioni ad alta energia per distruggere le cellule tumorali, cercando al tempo stesso di danneggiare il meno possibile le cellule…
Linfomi non Hodgkin indolenti In tali casi, (vedi La classificazione dei linfomi non Hodgkin) se non sono presenti sintomi, non è richiesto un trattamento, ed…
Concluso il trattamento, il vostro oncologo vi sottoporrà a controlli periodici che comprenderanno visite mediche e alcuni esami strumentali (TAC/RMN/PET). È questo ciò che i…
In molti casi, il trattamento porta alla guarigione completa, mentre in altri si potrebbe sviluppare una recidiva, ossia il linfoma potrebbe ripresentarsi. Nella maggior parte…
Alcuni pazienti devono essere trattati con una chemioterapia a dosi molto alte (talvolta insieme alla radioterapia) allo scopo di aumentare le probabilità di guarigione. Di…
Revisione critica del testo: Prof Federico Caligaris Cappio - Dipartimento di Oncologia, IRCCS San Raffaele, Milano; Dr. Michele Spina - Divisione di Oncologia Medica A,…

ATTENZIONE!

Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica.

Pur garantendo l'esattezza e il rigore scientifico delle informazioni, AIMaC declina ogni responsabilità con riferimento alle indicazioni fornite sui trattamenti, ricordando a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico curante.


© AIMAC 2015. Tutti i diritti sono riservati. La riproduzione e la trasmissione in qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo, elettronico o meccanico, comprese fotocopie, registrazioni o altro tipo di sistema di memorizzazione o consultazione dei dati sono assolutamente vietate senza previo consenso scritto di AIMaC.