aimac logo

Perché e per quali uomini è indicato eseguire il test del PSA?

Come già accennato, lo specialista urologo può richiedere il test del PSA per due ragioni fondamentali: per concorrere alla diagnosi di patologia prostatica o per controllare nel tempo il decorso della malattia.

Diagnosi di tumore prostatico 

Attualmente si suggerisce agli uomini a partire da 50 anni, o da 40 anni se esistono in famiglia casi di tumore della prostata, di rivolgersi al proprio medico per una valutazione della storia personale e, su sua indicazione, per l'eventuale esecuzione del test del PSA e di una visita specialistica. 

Si deve sottolineare che l'indicazione a sottoporre l'intera popolazione maschile adulta al test del PSA per identificare tempestivamente la presenza di tumore alla prostata è ancora oggi un argomento molto controverso, pur essendo questa neoplasia tra le più diffuse in Occidente. La non completa affidabilità di quest'esame per la diagnosi certa di tumore, il rischio di errori interpretativi  che possono causare ansia, l'incertezza riguardo il beneficio della cura in pazienti con determinate caratteristiche e gli aspetti economico-sanitari, non consentono l'impiego di questo test come indagine sistematica sulla popolazione (test di screening per la diagnosi di tumore prostatico).

Controllo della malattia nel tempo

Negli uomini che hanno già ricevuto un trattamento per un tumore della prostata, il test del PSA è un utile strumento per monitorare il decorso della malattia. La periodicità dei controlli, la lettura dei risultati saranno a cura dello specialista che, conoscendo la storia clinica e il trattamento ricevuto dal paziente, potrà correttamente interpretarne il significato. 

L'andamento dei valori del PSA è legato al tipo di trattamento: intervento chirurgico, radioterapia, brachiterapia, ormonoterapia e chemioterapia.

Informazioni aggiuntive

  • Scarica il libretto in pdf:

    PdfButton

Letto 5623 volte Ultima modifica il Giovedì, 03 Ottobre 2013

ATTENZIONE!

Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica.

Pur garantendo l'esattezza e il rigore scientifico delle informazioni, AIMaC declina ogni responsabilità con riferimento alle indicazioni fornite sui trattamenti, ricordando a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico curante.


© AIMAC 2015. Tutti i diritti sono riservati. La riproduzione e la trasmissione in qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo, elettronico o meccanico, comprese fotocopie, registrazioni o altro tipo di sistema di memorizzazione o consultazione dei dati sono assolutamente vietate senza previo consenso scritto di AIMaC.

 

logo Filos  

Hai bisogno di informazioni sui diritti del malato?

Filos, l'assistente virtuale è qui per te!

 

AIMAC tree

 

Grazie per aver scaricato il libretto!

I libretti di Aimac per i malati sono gratuiti, ma molto onerosi per l’Associazione che ne cura il costante aggiornamento, la grafica, la stampa e la distribuzione.

La sua lettura Ti è risultata utile?
Con una piccola donazione Aimac potrà continuare ad assicurare ascolto, informazione e sostegno psicologico ai malati e ai loro familiari nel faticoso percorso di cura.