aimac

Quando dovrei informarli?

  • È bene cominciare a dire che qualcosa non va fin dalla diagnosi della malattia. Non è necessario dire tutto subito: ciò che conta è trasmettere il messaggio che se ne può parlare.
  • È bene informarli prima di iniziare i trattamenti, soprattutto se questi comporteranno modifiche corporee importanti, per evitare ‘scoperte traumatiche'. Se dovete essere sottoposti a chemioterapia, è bene informarli sugli eventuali effetti collaterali e sul modo in cui questi potrebbero interferire con la routine familiare. È altresì importante far loro presente che la cura potrebbe modificare il vostro stato d'animo, rendendovi più stanchi e/o irritabili.
  • Spiegate ai bambini che li terrete al corrente sulle vostre condizioni di salute e li informerete di ogni eventuale cambiamento.
  • Siate disponibili a parlare ogni volta che i bambini vi porranno delle domande o sembreranno preoccupati per la vostra salute.

Informazioni aggiuntive

Letto 1051 volte Ultima modifica il Giovedì, 19 Settembre 2013

ATTENZIONE!

Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica.

Pur garantendo l'esattezza e il rigore scientifico delle informazioni, AIMaC declina ogni responsabilità con riferimento alle indicazioni fornite sui trattamenti, ricordando a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico curante.


© AIMAC 2015. Tutti i diritti sono riservati. La riproduzione e la trasmissione in qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo, elettronico o meccanico, comprese fotocopie, registrazioni o altro tipo di sistema di memorizzazione o consultazione dei dati sono assolutamente vietate senza previo consenso scritto di AIMaC.

 

×

Aiutaci ad aiutare!

 

AIMAC tree

I servizi messi a disposizione da AIMaC per i malati di cancro sono completamente gratuiti, ma molto onerosi per l'Associazione. Se ogni visitatore del sito facesse anche solo una piccola donazione, la nostra raccolta fondi terminerebbe in pochi giorni permettendoci di continuare a sostenere i malati e i loro familiari lungo il percorso della malattia. 

Dona ora!