aimac

Alcuni esempi

Le frasi che riportiamo di seguito vogliono essere solo degli esempi di come potreste  rivolgervi ai vostri figli.

"Sono stato/a in ospedale perché non mi sentivo bene. Il dottore mi ha detto che ho una malattia che si chiama tumore, e che per guarire ci vuole una cura forte, che qualche volta mi farà sentire stanco/a. Potrà succedere che per un po' di tempo non riusciremo a fare quello che facevamo insieme, ma mamma/papà vi aiuterà a far funzionare le cose al meglio."

"Certo, non sono proprio contento/a di stare male. Anche a voi potrebbe capitare di essere tristi o arrabbiati. Non c'è niente di male." 

"Le cure che ho fatto non sono state sufficienti: il tumore sta ricrescendo e sono molto arrabbiato/a perché dovrò iniziare una nuova cura, più forte della precedente per essere sicuri che funzioni. I dottori pensano che questa cura funzionerà meglio."

Informazioni aggiuntive

Letto 1252 volte Ultima modifica il Giovedì, 19 Settembre 2013

ATTENZIONE!

Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica.

Pur garantendo l'esattezza e il rigore scientifico delle informazioni, AIMaC declina ogni responsabilità con riferimento alle indicazioni fornite sui trattamenti, ricordando a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico curante.


© AIMAC 2015. Tutti i diritti sono riservati. La riproduzione e la trasmissione in qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo, elettronico o meccanico, comprese fotocopie, registrazioni o altro tipo di sistema di memorizzazione o consultazione dei dati sono assolutamente vietate senza previo consenso scritto di AIMaC.

 

×

Aiutaci ad aiutare!

 

AIMAC tree

I servizi messi a disposizione da AIMaC per i malati di cancro sono completamente gratuiti, ma molto onerosi per l'Associazione. Se ogni visitatore del sito facesse anche solo una piccola donazione, la nostra raccolta fondi terminerebbe in pochi giorni permettendoci di continuare a sostenere i malati e i loro familiari lungo il percorso della malattia. 

Dona ora!