aimac logo

Cause e fattori di rischio del cancro del colon-retto

In Italia ogni anno circa 36.000 persone si ammalano di cancro del colon-retto. La malattia è più diffusa tra gli anziani, mentre è rara negli individui di età inferiore a 50 anni. Nella maggior parte dei casi, la causa è tuttora sconosciuta nonostante l’attività di ricerca sia molto intensa su questo fronte e abbia contribuito a rendere le procedure diagnostiche sempre più sofisticate, precise e affidabili.

Alcuni fattori possono accrescere il rischio di ammalarsi, in particolare:

  • Alimentazione: la ricercaha dimostrato che una dieta ricca di grassi e proteine animali e povera di fibre (frutta e verdura) può contribuire ad aumentare il rischio, che può essere ancora più alto se si fa anche largo uso di alcolici.
  • Alterazioni genetiche ereditarie: Avere o avere avuto in famiglia un caso di tumore del colon-retto non significa che si erediti. Per i familiari il rischio di ammalarsi è più alto soprattutto se la malattia è stata diagnosticata in un parente stretto (genitore, fratello o sorella) a età inferiore a 45 anni, oppure in più parenti stretti della stessa famiglia.  Le persone che temono di rientrare in queste categorie possono essere indirizzate verso centri specializzati per sottoporsi a test specifici miranti ad individuare la presenza di alterazioni genetiche e, di conseguenza, a valutare il rischio effettivo di sviluppare la malattia. Chi risultasse ad alto rischio può essere sottoposto ad un regolare programma di screening, che di solito consiste in una colonscopia. In ogni caso è sempre bene consultare prima il medico di famiglia per valutare insieme l’opportunità di sottoporsi a test genetici.

Esistono due rare malattie genetiche correlate a un alto rischio di sviluppare un carcinoma del colon-retto: la poliposi adenomatosa familiare in cui la mucosa che riveste il colon appare cosparsa di numerosi tumori benigni detti polipi, e il carcinoma colorettale ereditario non associato a poliposi (HNPCC) in cui tumori intestinali si sviluppano in giovane età, interessando talvolta più parti dell’intestino. Soltanto il 5% (5 casi su 100) dei tumori del colon-retto è causato da alterazioni genetiche ereditarie.

  • Patologie intestinali: Gli individui con lunga storia di colite ulcerosa o di morbo di Crohn hanno un alto rischio di sviluppare un tumore del colon-retto.
  • Obesità, fumo e vita sedentaria possono accrescere il rischio di sviluppare un tumore del colon-retto.

Informazioni aggiuntive

  • Scarica il libretto in pdf:

    PdfButton

Letto 57117 volte Ultima modifica il Mercoledì, 15 Giugno 2016

ATTENZIONE!

Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica.

Pur garantendo l'esattezza e il rigore scientifico delle informazioni, AIMaC declina ogni responsabilità con riferimento alle indicazioni fornite sui trattamenti, ricordando a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico curante.


© AIMAC 2019. Tutti i diritti sono riservati. La riproduzione e la trasmissione in qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo, elettronico o meccanico, comprese fotocopie, registrazioni o altro tipo di sistema di memorizzazione o consultazione dei dati sono assolutamente vietate senza previo consenso scritto di AIMaC.