aimac logo

Madre dopo il cancro: introduzione

Il desiderio di maternità è di per sé vita, è guardare oltre la malattia sperando in un ritorno alla normalità dopo le cure. La malattia, soprattutto se in giovane età e se interessa il seno o un organo dell’apparato riproduttivo, sconvolge la vita, distruggendo i sogni di una vita familiare normale, e viene vissuta come una grave perdita della propria femminilità e della possibilità di realizzare il desiderio di maternità.

Tutto ciò mette a rischio anche la vita di coppia, ma è attraverso la sofferenza e la perdita che la coppia può acquistare una ricchezza interiore sconosciuta agli altri, arrivando a maturare un sentimento di speranza, di rinascita e di profondo apprezzamento dell’incommensurabile dono della vita che può realizzarsi nella genitorialità biologica, in un’adozione o anche in un sereno futuro di vita senza figli.

Le richieste di aiuto e di informazione sulla possibilità di preservare la fertilità e quindi di diventare madre dopo il cancro sono sempre più numerose, sia per l’aumento delle diagnosi di tumore in età giovanile sia per i migliori risultati delle terapie. 

Questa pubblicazione vuole portare un messaggio di conforto e speranza a tutte le donne che si sono ammalate, ma che vogliono vincere la vita progettando di diventare madri dopo il cancro:

Questa bambina è arrivata e ci ha sconvolto di felicità ... Siamo stati molto fortunati, abbiamo sofferto, ma ricevuto 100 volte tanto. Certo, da mamma sono più ansiosa. … Un timore nuovo, non per la mia vita ma per quella di mia figlia. … Ma lo rifarei senza esitazione: la gioia è tale che dona ancor più voglia di vivere e combattere la malattia. Un augurio a tutte le donne: “In becco alla cicogna”!

Roma, 13 maggio 2013

Avv. Elisabetta Iannelli
Vicepresidente di AIMaC

Informazioni aggiuntive

  • Scarica il libretto in pdf:

    PdfButton

Letto 3682 volte Ultima modifica il Mercoledì, 06 Marzo 2019

ATTENZIONE!

Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica.

Pur garantendo l'esattezza e il rigore scientifico delle informazioni, AIMaC declina ogni responsabilità con riferimento alle indicazioni fornite sui trattamenti, ricordando a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico curante.


© AIMAC 2019. Tutti i diritti sono riservati. La riproduzione e la trasmissione in qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo, elettronico o meccanico, comprese fotocopie, registrazioni o altro tipo di sistema di memorizzazione o consultazione dei dati sono assolutamente vietate senza previo consenso scritto di AIMaC.