aimac

Madre dopo il cancro: La Repubblica cita i risultati di AIMaC

Il 30 novembre 2016 La Repubblica ha pubblicato un articolo sull'incontro che si è tenuto lo scorso 15 novembre al Senato dal titolo "Procreazione medicalmente assistita. La soddisfazione del desiderio di genitorialità, anche per i pazienti oncologici" e a cui ha partecipato anche la vicepresidente di AIMaC, Elisabetta Iannelli.

Nell’articolo è stato citato il lungo lavoro di AIMaC teso ad ottenere, per le donne in età fertile che si ammalano di cancro la possibilità di accedere gratuitamente ai farmaci per la preservazione della fertilità femminile. AIMaC, infatti, è da tempo impegnata sul tema e, per favorire la cultura della preservazione della fertilità nelle pazienti oncologiche, ha pubblicato il libretto informativo “Madre dopo il Cancro", che ha lo scopo di informare le giovani donne che alcune terapie antitumorali possono essere nocive per la fertilità, ma che tuttavia esistono delle possibilità per preservare la fertilità o, eventualmente, di portare avanti il proprio progetto di genitorialità attraverso l’adozione.

L’impegno di AIMaC è inoltre volto a garantire che le donne malate di tumore accedano ad un servizio specificamente dedicato alla preservazione della fertilità delle pazienti oncologiche, con un couselling adeguato per le loro necessità. A tal fine, in attesa dei risultati del censimento che sta effettuando il Registro nazionale della PMA, sul sito di AIMaC è stata inserita una lista di centri che offrono servizi di counseling per la preservazione della fertilità femminile nelle pazienti oncologiche.

Letto 504 volte Ultima modifica il Giovedì, 29 Dicembre 2016
Vota questo articolo
(0 Voti)

ATTENZIONE!

Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica.

Pur garantendo l'esattezza e il rigore scientifico delle informazioni, AIMaC declina ogni responsabilità con riferimento alle indicazioni fornite sui trattamenti, ricordando a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico curante.


© AIMAC 2015. Tutti i diritti sono riservati. La riproduzione e la trasmissione in qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo, elettronico o meccanico, comprese fotocopie, registrazioni o altro tipo di sistema di memorizzazione o consultazione dei dati sono assolutamente vietate senza previo consenso scritto di AIMaC.