aimac logo

Rischio genetico BRCA e tumori: INPS regola la valutazione dell’invalidità - Un successo di Abrcadabra e FAVO

Oggi è un giorno importante per tutte le donne portatrici della mutazione BRCA. Grazie a un’azione congiunta che ha unito allo stesso tavolo INPS, aBRCAdaBRA e FAVO, da oggi anche alle donne portatrici delle mutazioni BRCA1 e BRCA2, che non hanno sviluppato la malattia, sarà riconosciuta una corretta percentuale d’invalidità. Il riconoscimento di una percentuale d’invalidità associata a un rischio e non alla presenza di una malattia rappresenta e testimonia la necessità di valutare le donne con occhi diversi, tenendo in considerazione non solo gli esiti degli interventi chirurgici ma anche gli effetti che la scoperta della mutazione BRCA provoca su una donna che dovrà convivere con questa consapevolezza per moltissimi anni e che potranno influenzare anche pesantemente la sua qualità di vita.

Leggi il comunicato stampa sul sito FAVO

Letto 1359 volte
Vota questo articolo
(2 Voti)

ATTENZIONE!

Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica.

Pur garantendo l'esattezza e il rigore scientifico delle informazioni, AIMaC declina ogni responsabilità con riferimento alle indicazioni fornite sui trattamenti, ricordando a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico curante.


© AIMAC 2019. Tutti i diritti sono riservati. La riproduzione e la trasmissione in qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo, elettronico o meccanico, comprese fotocopie, registrazioni o altro tipo di sistema di memorizzazione o consultazione dei dati sono assolutamente vietate senza previo consenso scritto di AIMaC.