aimac logo

Novità nel codice della strada per i parcheggi riservati alle persone con disabilità

Le persone disabili potranno parcheggiare gratuitamente, dal 1° gennaio 2022, sulle strisce blu in tutti i Comuni italiani, quando non c’è disponibilità nei posti riservati.
Infatti, grazie ad una modifica del Codice della strada (introdotta dalla Legge 9 novembre 2021, n. 156 di conversione del DL 10 settembre 2021, n. 121, c.d. Decreto Infrastrutture) i veicoli al servizio di persone con disabilità, tra cui i malati oncologici se titolari del contrassegno speciale, possono sostare gratuitamente nelle aree di parcheggio a pagamento (strisce blu), qualora risultino già occupati o indisponibili gli stalli riservati ai veicoli con contrassegno handicap. Prima di questa modifica normativa, la gratuità del parcheggio, per i veicoli dotati di contrassegno handicap, negli stalli a pagamento era a discrezione dei singoli Comuni. I mezzi in sosta dovranno ovviamente esporre in modo visibile dall’esterno del veicolo l’apposito contrassegno.

Altra novità importante nel Codice della strada e che entra in vigore dal 10 novembre 2021 è l’inasprimento delle sanzioni per chi parcheggia il proprio veicolo nei posti riservati ai disabili: le sanzioni andranno da 168 a 672 euro (prima da 84 a 335 euro) e i punti decurtati, da 2, triplicheranno a 6. E’ importante sapere che è stata inasprita la sanzione, ora fra gli 87 e i 344 euro (prima era da euro 42 a euro 173), anche per il possessore del contrassegno che lo utilizzi in violazione delle regole.

 

Per approfondire:

Vedi la Legge 156/2021 pubblicata in Gazzetta Ufficiale

Letto 551 volte Ultima modifica il Mercoledì, 10 Novembre 2021
Vota questo articolo
(1 Vota)

ATTENZIONE!

Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica.

Pur garantendo l'esattezza e il rigore scientifico delle informazioni, AIMaC declina ogni responsabilità con riferimento alle indicazioni fornite sui trattamenti, ricordando a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico curante.


© AIMAC 2019. Tutti i diritti sono riservati. La riproduzione e la trasmissione in qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo, elettronico o meccanico, comprese fotocopie, registrazioni o altro tipo di sistema di memorizzazione o consultazione dei dati sono assolutamente vietate senza previo consenso scritto di AIMaC.