aimac logo

Indagine sulla Nutrizione Parenterale in Toscana

Indagine sull’effettiva presa in carico nutrizionale dei pazienti oncologici nella regione Toscana (prevista dalla delibera 580), promossa da ISPRO, in collaborazione con Regione Toscana e F.A.V.O.

Lo scopo di questa indagine è comprendere se l’accesso a questa terapia è equo e facilitato per tutti i pazienti su tutto il territorio regionale toscano e se i malati oncologici sono effettivamente a conoscenza dei loro diritti.

Prima di compilare il questionario, si raccomanda pertanto una lettura attenta di quanto previsto dalla Delibera 580. Nel percorso integrato definito dalla Delibera 580, infatti, l’erogazione del servizio di nutrizione parenterale domiciliare prevede che tutti i pazienti abbiano diritto a quanto di seguito riportato:

  • Le miscele nutrizionali dovranno essere specialità medicinali, confezionate in sacche standard a due comparti o sacche  a tre comparti con lipidi
  • A richiesta del medico prescrittore dovranno  essere forniti lipidi, vitamine e oligoelementi multipli ritenuti indispensabili per la completezza della terapia.
  • Tutto il materiale necessario per una sicura ed efficace somministrazione della terapia nutrizionale parenterale deve essere consegnato al domicilio del paziente. Il materiale per la medicazione dell’accesso venoso centrale (Kit per inizio e fine infusione, Kit sterile e monouso per cambio medicazione del catetere, deflussore per pompa elettronica infusionale, deflussori per aggiunta di lipidi, disinfettanti, siringhe, guanti, aghi di Huber ove richiesti e quant’altro necessario)
  • La pompa elettronica volumetrica di infusione (conforme alla norme C.E.I./omologazione CE), comprensiva di piantana di sostegno deve essere consegnata al domicilio del paziente. Tali attrezzature sono supportate da una corretta e tempestiva manutenzione secondo le norme vigenti.
  • L’addestramento infermieristico del paziente/familiare/caregiver dovrà essere effettuato con cura e professionalità al domicilio del paziente, al fine di renderlo autonomo alla gestione della terapia. Gli infermieri esperti e specializzati nella Nutrizione parenterale domiciliare dovranno seguire procedure di gestione della terapia e di addestramento validate
  • A tutti i pazienti in terapia e/o al personale di Hospice/RSA, verrà fornita assistenza telefonica di emergenza 24 ore su 24 compresi i giorni festivi, da parte di personale infermieristico qualificato.

Questionario per pazienti oncologici in trattamento di Nutrizione Parenterale

Questionario per pazienti oncologici che NON si trovano in trattamento di Nutrizione Parenterale

Letto 191 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)

ATTENZIONE!

Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica.

Pur garantendo l'esattezza e il rigore scientifico delle informazioni, AIMaC declina ogni responsabilità con riferimento alle indicazioni fornite sui trattamenti, ricordando a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico curante.


© AIMAC 2019. Tutti i diritti sono riservati. La riproduzione e la trasmissione in qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo, elettronico o meccanico, comprese fotocopie, registrazioni o altro tipo di sistema di memorizzazione o consultazione dei dati sono assolutamente vietate senza previo consenso scritto di AIMaC.