aimac logo

Vita dopo il cancro

L’esperienza di un tumore richiede a chi ne è colpito di trovare nuove modalità per adattarsi ai cambiamenti (fisici, emotivi e relazionali) conseguenti alla malattia e alle terapie. L’auspicio è che, con la conclusione dei trattamenti della fase acuta, finisca un periodo molto difficile e si abbia la possibilità di riappropriarsi della propria vita, di trovare un nuovo equilibrio, anche emotivo. Spesso, però, succede in realtà che in conseguenza della malattia o dei trattamenti ricevuti rimangano tracce, con le quali è necessario fare i conti. 

È normale aspettarsi la comparsa di effetti collaterali durante i trattamenti. Tuttavia, alcuni effetti collaterali possono perdurare anche dopo la conclusione delle terapie e che altri possono manifestarsi a distanza di mesi o anche anni. Inoltre, le terapie antitumorali possono aggravare alcune condizioni preesistenti (ad esempio, il diabete o le cardiopatie). Alcuni eventi possono essere correlati ai trattamenti eseguiti (l’intervento chirurgico, la chemioterapia e la terapia ormonale, la radioterapia), altri, invece, ad altri fattori come la suscettibilità personale, la familiarità, lo stile di vita. 

Sapere che alcuni effetti collaterali possono comparire a distanza di tempo aiuta a prevenirli, a ridurne l’impatto sull’organismo e qualche volta a curarli con interventi mirati.  In ogni caso è importante vivere con consapevole serenità la condizione di ‘guarito’, con la dovuta attenzione, ma senza ‘medicalizzare’ in modo eccessivo la propria esistenza, anzi, ricavando dall’esperienza forti motivazioni a migliorare non solo lo stile di vita, ma anche la percezione dei valori della vita stessa.

 


 Questa pagina è tratta dal libretto "La vita dopo il cancro" realizzato da AIOM e FAVO

Letto 6076 volte Ultima modifica il Venerdì, 17 Luglio 2015
Vota questo articolo
(3 Voti)

ATTENZIONE!

Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica.

Pur garantendo l'esattezza e il rigore scientifico delle informazioni, AIMaC declina ogni responsabilità con riferimento alle indicazioni fornite sui trattamenti, ricordando a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico curante.


© AIMAC 2019. Tutti i diritti sono riservati. La riproduzione e la trasmissione in qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo, elettronico o meccanico, comprese fotocopie, registrazioni o altro tipo di sistema di memorizzazione o consultazione dei dati sono assolutamente vietate senza previo consenso scritto di AIMaC.