aimac logo

Abiraterone acetato (Zytiga®)

Che cos’è l’abiraterone acetato

Qual è il principio di azione

Che aspetto ha

Come si somministra

Potenziali effetti collaterali

Effetti collaterali meno frequenti

Indicazioni importanti sulle compresse di medrossiprogesterone acetato


 

Che cos’è l’abiraterone acetato

L’abiraterone acetato è un tipo di terapia ormonale. Le terapie ormonali agiscono interferendo con la produzione o con l’azione di particolari ormoni. Gli ormoni sono sostanze che l’organismo produce naturalmente, che fungono da ‘messaggeri’ chimici e contribuiscono a controllare l’attività delle cellule e dei vari organi.

L’abiraterone acetato è un farmaco di sintesi che inibisce gli enzimi responsabili della produzione di testosterone, uno degli ormoni maschili.

Zytiga è indicato insieme a prednisone o prednisolone per:

  • il trattamento del carcinoma metastatico della prostata resistente alla castrazione in uomini adulti asintomatici o lievemente sintomatici dopo il fallimento della terapia di deprivazione androgenica e per i quali la chemioterapia non è ancora indicata clinicamente;
  • il trattamento del carcinoma metastatico della prostata resistente alla castrazione in uomini adulti la cui malattia è progredita durante o dopo un regime chemioterapico a base di docetaxel.

Torna in alto


 

Qual è il principio di azione

L’abiraterone acetato inibisce l’attività degli enzimi coinvolti nella biosintesi del testosterone.

Il testosterone prodotto dai testicoli maschili stimola la crescita del tumore della prostata. La terapia ormonale cerca di contrastare questa azione rallentando o bloccando la sintesi di questo ormone (deprivazione androgenica).

La maggior parte delle cellule tumorali risponde a questa privazione, tuttavia alcune proliferano indipendentemente dalla stimolazione ormonale e non rispondono alla cura. La quantità di queste cellule resistenti può aumentare con il passare del tempo rendendo la malattia "resistente alla castrazione".

Il trattamento ormonale è comunque un'arma preziosa per ridurre il rischio che la malattia in fase iniziale si ripresenti dopo il trattamento e per ridurre i sintomi di quella avanzata rallentando o fermando la crescita delle cellule. In questi casi gli ormoni riescono in genere a tenerla a bada per diversi anni prima che il tumore smetta di rispondere alla cura.

Torna in alto


 

Che aspetto ha

Zytiga si presenta in forma di compresse di forma ovale di colore da bianco a biancastro, con impresso AA250 su un lato.

Torna in alto


 

Come si somministra

Zytiga si somministra per bocca. La dose è normalmente di quattro compresse al di, deglutite intere con un po’ d’acqua. Le compresse devono essere assunte almeno due ore dopo il pasto e non può essere consumato cibo per almeno un’ora dopo averle assunte.

Torna in alto


 

Potenziali effetti collaterali

Le reazioni ai farmaci variano da individuo a individuo. Non necessariamente gli effetti collaterali menzionati compariranno in tutti i pazienti che abiraterone acetato. Va, inoltre, tenuto presente che gli effetti collaterali possono variare se il trattamento è effettuato, anziché con un solo preparato, con una combinazione di farmaci.

Si descrivono di seguito gli effetti collaterali più comuni e anche i meno frequenti, mentre sono stati tralasciati gli effetti collaterali molto rari. L’obiettivo è di prepararvi ad affrontarli nel caso in cui si manifestino. È necessario comunicare all’oncologo che vi ha in cura qualunque effetto collaterale che ritenete possa essere connesso con la terapia.

 

Effetti collaterali comuni

Infezione ed infestazioni. È l’effetto collaterale più comune e si manifesta soprattutto con infezioni delle vie urinarie o eventualmente sepsi.

Ipertensione. E’ l’aumento della pressione arteriosa, ovvero quando i valori superano i 140 mmHg (sistolica) e i 90 mmHg (diastolica). Può manifestarsi sia in forma del tutto asintomatica, che con mal di testa, visione alterata. Tuttavia tali sintomi compaiono solo in una piccola percentuale di persone ipertese.

Ritenzione di liquidi. Potrebbe capitare che il peso aumenti e che gambe e caviglie si gonfino. Questo fenomeno scompare lentamente alla conclusione del trattamento. In alcuni casi si possono prescrivere dei farmaci prima di iniziare la terapia con il MAP proprio allo scopo di contenere la ritenzione idrica. Patologie cardiache. Sono abbastanza comuni e si manifestano soprattutto tramite insufficienza cardiaca, angina pectoris, aritmia, fibrillazione atriale, tachicardia.

Alterazione della funzionalità epatica. È opportuno tenere sotto controllo i valori ematici degli enzimi che esprimono la corretta funzionalità epatica, poiché sono stati segnalati casi di epatotossicità durante il trattamento con abiraterone acetato.

Torna in alto


 

Effetti collaterali meno frequenti

Modificazioni della cute. La terapia può causare un’eruzione cutanea, simile all’acne, che può dare prurito. Sono consigliati saponi neutri, ed eventualmente creme antistaminiche.

Torna in alto


 

Ulteriori informazioni

Gravidanza. ZYTIGA non è indicato nelle donne ed è controindicato durante la gravidanza o in donne in età fertile.

Torna in alto


 

Indicazioni importanti sulle compresse di medrossiprogesterone acetato

Tenere le compresse in un posto sicuro e fuori dalla portata dei bambini.

Torna in alto


 

AIMaC è grata alla dott.ssa Giulia Iardella, collaboratrice IRCCS San Raffaele Pisana, per la revisione critica del testo.

Ultima revisione: febbraio 2017
Titolo originale: Abiraterone acetato (Zytiga®)

Letto 22484 volte Ultima modifica il Venerdì, 24 Marzo 2017
Vota questo articolo
(0 Voti)

ATTENZIONE!

Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica.

Pur garantendo l'esattezza e il rigore scientifico delle informazioni, AIMaC declina ogni responsabilità con riferimento alle indicazioni fornite sui trattamenti, ricordando a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico curante.


© AIMAC 2019. Tutti i diritti sono riservati. La riproduzione e la trasmissione in qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo, elettronico o meccanico, comprese fotocopie, registrazioni o altro tipo di sistema di memorizzazione o consultazione dei dati sono assolutamente vietate senza previo consenso scritto di AIMaC.