Fai una donazione ad AIMaCFai una donazione ad AIMaC

aimac

La radioterapia

La radioterapia consiste nell’uso di radiazioni ad alta energia per distruggere le cellule tumorali, cercando al tempo stesso di preservare il più possibile le cellule normali.

Cos'è?

Perché la radioterapia

Potenziali effetti collaterali

Il dopo

Il video di AIMaC

 


 

Cos'è?

La radioterapia consiste nell’uso di radiazioni ad alta energia per distruggere le cellule tumorali, cercando al tempo stesso di preservare il più possibile le cellule normali.

Le modalità di applicazione più diffuse sono:

  • radioterapia a fasci esterni
  • brachiterapia
  • radioterapia intraoperatoria (o IORT)
  • radioterapia metabolica
  • irradiazione corporea totale

Questo tipo di radioterapia è molto meno diffusa rispetto alle altre modalità di radioterapia, ma si attua spesso sui pazienti che devono essere sottoposti a trapianto di cellule staminali, ad esempio nelle leucemie o nei linfomi.

 
Torna in alto


 

Perché la radioterapia

La radioterapia può avere scopo:

  • curativo, se mira a curare la malattia eradicando le cellule tumorali;
  • profilattico se si esegue dopo l’intervento chirurgico per eradicare eventuali cellule tumorali residue;
  • palliativo se mira ad alleviare i sintomi nei casi in cui la malattia non possa essere curata.

Torna in alto


 

Potenziali effetti collaterali

La radioterapia può determinare effetti collaterali. È importante tenere sempre presente che le reazioni al trattamento variano da persona a persona ed anche in funzione della zona irradiata. Alcuni pazienti accusano solo effetti collaterali lievi, mentre altri più severi.

La maggior parte degli effetti collaterali della radioterapia scompare gradualmente alla conclusione del ciclo di trattamento.

-  Stanchezza
-  Modifiche dei parametri ematici

In caso di irradiazione della testa e del collo:

  • Alterazioni della dentatura
  • Dolore al cavo orale
  • Perdita dell’appetito e calo di peso
  • Modificazioni della voce
  • Caduta dei capelli

In caso di irradiazione del torace

  • Difficoltà alla deglutizione (disfagia)
  • Nausea e vomito
  • Perdita di peso
  • Difficoltà nella respirazione (diapnea)

In caso di irradiazione dell’addome e della pelvi

  • Senso di nausea
  • Perdita dell’appetito e calo di peso
  • Diarrea
  • Infiammazione a livello del retto
  • Infiammazione della vescica

Torna in alto


 

Il dopo

La sessualità

Per le donne
L’irradiazione locale della pelvi può avere come conseguenza la compromissione della funzionalità delle ovaie. L’irradiazione delle ovaie induce la menopausa, con comparsa dei segni tipici, quali vampate di calore, secchezza della cute e della vagina. L’irradiazione della regione vaginale può comportare a volte il restringimento della vagina. Il personale del centro v’insegnerà ad usare eventualmente i dilatatori vaginali ed un lubrificante per preservare l’elasticità della vagina una volta concluso il trattamento.

Un’attività sessuale regolare previene il restringimento della vagina, ma molte donne non si sentono pronte a recuperare l’intimità finché risentono degli effetti collaterali della radioterapia. Ciò è perfettamente naturale; l’interesse per il sesso riprende a mano a mano che si risolvono gli effetti del trattamento.

Per l’uomo
Gli uomini sottoposti alla radioterapia possono avere dei problemi nella vita sessuale. Possono perdere interesse per il sesso oppure diventare temporaneamente impotenti a causa dell’ansia per la malattia

Torna in alto


 

Il video di AIMaC

AIMaC ha realizzato un video sulla radioterapia in collaborazione con AIRO, l'Associazione Italiana di Radioterapia Oncologica. Il video è stato girato presso l'Unità Operativa di Radioterapia Oncologica dell'Ospedale Fatebenefratelli, Isola Tiberina di Roma.

Il dvd può essere richiesto gratuitamente contattando AIMaC.

 

 

Letto 2520 volte Ultima modifica il Martedì, 02 Dicembre 2014
Vota questo articolo
(2 Voti)

ATTENZIONE!

Pur garantendo l'esattezza e il rigore scientifico delle informazioni, AIMaC declina ogni responsabilità con riferimento alle indicazioni fornite sui trattamenti, per le quali si raccomanda di consultare il medico curante, l'unico che possa adottare decisioni in merito.


La riproduzione e la trasmissione in qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo, elettronico o meccanico, comprese fotocopie, registrazioni o altro tipo di sistema di memorizzazione o consultazione dei dati, sono assolutamente vietate senza consenso esplicito di AIMaC e senza citare la fonte.