aimac logo

Stop all’assegno di invalidità civile INPS per chi lavora

Dal 14 ottobre 2021 l'INPS richiede anche il requisito di inattività lavorativa per la liquidazione dell’assegno mensile per le persone cui sia stato riconosciuta una condizione di parziale invalidità civile (74-99%), tra cui anche i malati oncologici

Con il Messaggio n. 3495 del 14.10.2021 l’INPS ha fornito chiarimenti circa i requisiti necessari per il diritto al riconoscimento dell’assegno mensile di assistenza per invalidità civile parziale (art. 13 L. 118/1971) tra cui va inclusa l’inattività lavorativa.

I chiarimenti si sono resi necessari dopo che la Corte di Cassazione, a seguito di ripetute sentenze e  con un orientamento ormai consolidato, si è pronunciata sul requisito della inattività lavorativa di cui all’art. 13 della Legge n. 118/1971 cit., come modificato dall’articolo 1, comma 35, della legge 24 dicembre 2007, n. 247, affermando che il mancato svolgimento dell’attività lavorativa (inattività lavorativa) integra non già una mera condizione di erogabilità della prestazione ma, al pari del requisito sanitario, un elemento costitutivo del diritto all’assegno di invalidità, la cui mancanza è deducibile e rilevabile d’ufficio in qualsiasi stato e grado del giudizio.

Quindi, dal 14 ottorbre 2021 l’assegno di invalidità sarà liquidato dall’INPS, fermi restando tutti i requisiti previsti dalla legge, esclusivamente nel caso in cui risulti la inattività lavorativa del soggetto beneficiario.

Roma, 18 ottobre 2021

Letto 1315 volte Ultima modifica il Martedì, 19 Ottobre 2021
Vota questo articolo
(0 Voti)

ATTENZIONE!

Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica.

Pur garantendo l'esattezza e il rigore scientifico delle informazioni, AIMaC declina ogni responsabilità con riferimento alle indicazioni fornite sui trattamenti, ricordando a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico curante.


© AIMAC 2019. Tutti i diritti sono riservati. La riproduzione e la trasmissione in qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo, elettronico o meccanico, comprese fotocopie, registrazioni o altro tipo di sistema di memorizzazione o consultazione dei dati sono assolutamente vietate senza previo consenso scritto di AIMaC.