aimac logo

Iannelli: protonterapia nel Lazio, una buona notizia!

Roma, 20 febbraio 2018 (Adnkronos Salute) - "Una buona notizia per i malati e le famiglie". E' il commento di Elisabetta Iannelli, vice presidente Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti e amici (Aimac), al progetto 'Proton4Life': un grande polo di protonterapia contro i tumori frutto della collaborazione tra Policlinico Gemelli di Roma, Istituto nazionale Regina Elena, Enea e Regione Lazio. "E' importante però non illudere i pazienti - aggiunge Iannelli all'Adnkronos Salute - perché questo tipo di cura non può essere utilizzata per tutti i tumori ma solo per quelli rari. E credo che ci vorrà qualche anno prima di vederla operativa. Però è decisamente un passo in avanti per il Lazio, anche il fatto di concentrare il progetto in due strutture di riferimento. Ora quello che deve fare la Regione è pensare all'accoglienza e alla logistica delle famiglie. Aiutarle nel momento di difficoltà a non sentirsi sole".

Letto 825 volte Ultima modifica il Mercoledì, 21 Febbraio 2018
Vota questo articolo
(0 Voti)

ATTENZIONE!

Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica.

Pur garantendo l'esattezza e il rigore scientifico delle informazioni, AIMaC declina ogni responsabilità con riferimento alle indicazioni fornite sui trattamenti, ricordando a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico curante.


© AIMAC 2015. Tutti i diritti sono riservati. La riproduzione e la trasmissione in qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo, elettronico o meccanico, comprese fotocopie, registrazioni o altro tipo di sistema di memorizzazione o consultazione dei dati sono assolutamente vietate senza previo consenso scritto di AIMaC.

 

Aiutaci ad aiutare!

 

AIMAC tree

I servizi messi a disposizione da AIMaC per i malati di cancro sono completamente gratuiti, ma molto onerosi per l'Associazione. Se ogni visitatore del sito facesse anche solo una piccola donazione, la nostra raccolta fondi terminerebbe in pochi giorni permettendoci di continuare a sostenere i malati e i loro familiari lungo il percorso della malattia. 

Dona ora!