aimac logo

i controlli dopo la radioterapia

Concluso il trattamento, il paziente sarà sottoposto a controlli periodici presso il centro di radioterapia o presso l’ospedale di riferimento. È questo ciò che i medici definiscono convenzionalmente follow-up. All’inizio i controlli avranno una frequenza più ravvicinata (tre-sei mesi), che si dirada nel tempo (una volta all’anno). Gli effetti positivi della radioterapia non sono evidenti subito. Per tale motivo le indagini diagnostico-strumentali richieste per documentare le condizioni di salute e il risultato ottenuto con la radioterapia saranno eseguite dopo circa 45-60 giorni dal suo completamento.

Le visite di controllo rappresentano il momento giusto per condividere ansie o paure con l’oncologo e per porgli qualunque domanda. Molti pazienti riferiscono di sentirsi agitati, almeno all’inizio, nei periodi che precedono i controlli. Ciò non deve spaventare, perché è assolutamente naturale. Può essere di aiuto predisporre un elenco di domande da chiedere così da evitare che al momento opportuno i punti fondamentali sfuggano di mente.

Informazioni aggiuntive

  • Scarica il libretto in pdf:

    PdfButton

Letto 18414 volte Ultima modifica il Mercoledì, 23 Settembre 2020

ATTENZIONE!

Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica.

Pur garantendo l'esattezza e il rigore scientifico delle informazioni, AIMaC declina ogni responsabilità con riferimento alle indicazioni fornite sui trattamenti, ricordando a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico curante.


© AIMAC 2019. Tutti i diritti sono riservati. La riproduzione e la trasmissione in qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo, elettronico o meccanico, comprese fotocopie, registrazioni o altro tipo di sistema di memorizzazione o consultazione dei dati sono assolutamente vietate senza previo consenso scritto di AIMaC.