aimac

Come favorire la ripresa dell'appetito

Trattamento farmacologico
Consigli pratici

  • Mangiare poco ma spesso (ad esempio una piccola porzione ogni due ore nell’arco della giornata), se non si riesce a consumare pasti abbondanti.
  • Rendere il cibo quanto più allettante possibile per stuzzicare le papille gustative. Mettere una piccola porzione nel piatto e guarnirlo con fettine di limone o pomodoro o un rametto di prezzemolo.
  • Un aperitivo o due dita di vino bianco secco prima dei pasti sono un buon modo per stimolare l’appetito. Un bicchiere di buon vino rosso a pasto potrebbe aiutare la digestione.
  • Tenere sempre a portata di mano qualcosa da sgranocchiare: noccioline, patatine, frutta secca o scaglie di parmigiano, abbastanza leggeri e gustosi. Se si hanno problemi ad ingoiare, yogurt o formaggio molle possono alleviare il fastidio.
  • Mangiare lentamente, masticare bene e riposare dopo ogni pasto.
  • A volte l’odore di cucina può essere stuzzicante, altre volte può far passare l’appetito. Se cucinare fa quest’effetto, chiedere a familiari o amici di preparare i pasti, oppure mangiare piatti freddi presentati in modo invitante.
  • L’appetito varia a seconda dell’umore. Approfittare dei momenti in cui si è ‘su di giri’: trattarsi bene e concedersi il piacere di mangiare ciò che più è gradito. Mangiare in una stanza in cui ci si sente a proprio agio e si è lontani da distrazioni.

I derivati dell’ormone progesterone, in particolare il megestrolo acetato, hanno dimostrato di aumentare l’appetito nei pazienti oncologici e, alla luce dei dati acquisiti dalla letteratura, fanno parte dei farmaci che il medico può prescrivere per controllare la perdita di peso, ma sono inefficaci ai fini del recupero della massa magra, ossia del muscolo.

PdfButton

Letto 7452 volte Ultima modifica il Lunedì, 23 Settembre 2013

ATTENZIONE!

Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica.

Pur garantendo l'esattezza e il rigore scientifico delle informazioni, AIMaC declina ogni responsabilità con riferimento alle indicazioni fornite sui trattamenti, ricordando a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico curante.


© AIMAC 2015. Tutti i diritti sono riservati. La riproduzione e la trasmissione in qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo, elettronico o meccanico, comprese fotocopie, registrazioni o altro tipo di sistema di memorizzazione o consultazione dei dati sono assolutamente vietate senza previo consenso scritto di AIMaC.

 

×

Aiutaci ad aiutare!

 

AIMAC tree

I servizi messi a disposizione da AIMaC per i malati di cancro sono completamente gratuiti, ma molto onerosi per l'Associazione. Se ogni visitatore del sito facesse anche solo una piccola donazione, la nostra raccolta fondi terminerebbe in pochi giorni permettendoci di continuare a sostenere i malati e i loro familiari lungo il percorso della malattia. 

Dona ora!