Fai una donazione ad AIMaCFai una donazione ad AIMaC

aimac

Notizie

E' indetta l'assemblea ordinaria dell'Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici - AIMaC ONLUS - che si terrà il giorno 29 marzo 2015 alle ore 05.00, presso la sede della stessa sita in Roma Via Barberini n.11, in prima convocazione ed occorrendo lunedì 30 marzo 2015, alle ore 11,00, nello stesso luogo in seconda convocazione, per deliberare sul seguente ordine del giorno:

1. Relazione del Presidente sull’attività svolta nell’anno 2014;
2. Approvazione bilancio consuntivo2014;
3. Approvazione bilancio preventivo 2015;
4. Approvazione programma attività per l’anno 2015;
5. Varie ed eventuali.

Scarica la convocazione e la delega per partecipare

Logo sncE’ stato pubblicato sul sito dell’Ufficio per il Servizio Civile Nazionale (www.serviziocivile.it) il nuovo “Bando 2015 per la selezione di n. 18.793 volontari da impiegare in progetti di servizio civile in Italia e all’estero” rivolto a giovani di età compresa tra il 18 e i 28 anni compiuti, seguito successivamente dalla “Integrazione di n. 1046 unità al Bando per la selezione di n. 18.793 volontari di servizio civile nazionale pubblicato in data 16 marzo 2015”.

Nell’ambito del Bando, AIMaC, in partenariato con FAVO, recluta 134 volontari in 3 progetti nazionali:

  • Informacancro Nord 2015;
  • Informacancro Centro 2015;
  • Informacancro Sud 2015.

I progetti si prefiggono di migliorare la conoscenza e consapevolezza della dimensione familiare, sociale e sanitaria del cancro da parte dei giovani italiani, superando l’isolamento e la discriminazione dei malati oncologici vittime dello stigma negativo del cancro come malattia inguaribile e incurabile sia in ambiente sociale che lavorativo, con la creazione di un’adeguata formazione civica, sociale, culturale e professionale dei volontari in merito alle esigenze di informazioni mirate e accoglienza dei malati di cancro e delle loro famiglie.

Mercoledì, 18 Marzo 2015

Una canzone per AIMaC

AIMaC è lieta di segnalare “Maggio”, un suggestivo brano composto e arrangiato interamente da Marco Giannetti a seguito della perdita della sua cara mamma Maria, “una donna immensa nella forza”.

Il brano è una generoso regalo che Marco ha voluto fare ad AIMaC , dedicandolo anche a tutte le persone che come lui hanno vissuto o stanno vivendo la grande sofferenza che accompagna la perdita di una persona importante.

Donando € 1,00 è possibile ascoltare e scaricare la canzone al seguente indirizzo:
http://canzonemarco.aimac.it/
Tutti i proventi andranno ad AIMaC.

AIMaC desidera esprimere profonda gratitudine e riconoscenza a Marco Giannetti per aver generosamente concesso all'Associazione i diritti legati a questa canzone.

immuno-oncologiaDa decenni gli scienziati di tutto il mondo stanno studiando il ruolo che il sistema immunitario può svolgere nella cura delle malattie oncologiche. Tuttavia, solo di recente è stato scoperto che le terapie immuno-oncologiche producono benefici duraturi nella lotta contro il tumore per pazienti che altrimenti avrebbero poche alternative di trattamento. Queste terapie costituiscono una fondamentale innovazione e possono rivoluzionare il trattamento di molte forme tumorali.

Questo opuscolo, realizzato da ECPC (European Cancer Patient Coalition) ed AIMaC, ha lo scopo di aiutare i pazienti ad approfondire la conoscenza di queste terapie, le differenze con le forme di trattamento esistenti e il ruolo che le terapie immuno-oncologiche avranno in futuro.

 

Scarica l'opuscolo (pdf)

foto premiazione feiLo scorso 27 febbraio – nell’ambito del Convegno Nazionale Culturà e Società No Profit : “La centralità della Persona nei migliori progetti della PA e del Volontariato”, patrocinato dal Consiglio Regionale del Piemonte, dalla Regione Piemonte e dalla Città di Torino, è stata premiata l’innovativa iniziativa “Foreign Women Cancer Care - Una rete territoriale per la prevenzione e la cura dei tumori femminili”, promossa da AIMaC, realizzata in partenariato con IFO Regina Elena San Gallicano, Ospedale San Giovanni Calibita Fatebenefratelli e CRS Caritas e finalizzata a facilitare la partecipazione delle donne straniere, con particolare riferimento alle comunità filippina e cinese, ai programmi di prevenzione e cura dei tumori femminili (collo dell’utero e mammella).

Il progetto, finanziato dal Ministero dell’Interno nell’ambito del Fondo Europeo per l’integrazione (FEI) di cittadini di paesi terzi 2007-2013, è stato considerato dal Comitato Scientifico: “un’attività di ricerca- intervento volta al miglioramento di un servizio di mediazione sociale in ambito sanitario dedicato a donne straniere. La significativa integrazione del network dei riferenti di progetto ha facilitato l’attuazione degli obiettivi, sopperendo, inoltre a carenze istituzionali”.

Dopo la denuncia della FAVO, per bocca del suo presidente, sulla decisione dell'AIFA di non rimborsare la nuova cura per il tumore del pancreas ai pazienti over 75 anni, l'on. Pierpaolo Vargiu, Presidente della Commissione Affari Sociali della Camera, ha presentato ieri un'apposita interrogazione parlamentare al Ministro della Salute.

Si è svolto a Milano, il 24 febbraio, il convegno “Carcinoma del Pancreas: arriva anche in Italia una terapia innovativa che migliora la sopravvivenza dei pazienti”. Durante l’evento si è discusso di questa nuova terapia, particolarmente importante perché contrasta un tumore molto difficile da diagnosticare e considerato il più letale.

Ha preso parte al convegno anche Francesco De Lorenzo, presidente AIMaC, FAVO e ECPC, che ha riportando la voce delle associazioni di malati europee e italiane, soffermandosi in particolare sulla decisione dell’AIFA di non rimborsare la nuova cura per i pazienti ultra 75enni. “Si tratta di una decisione inaccettabile” ha dichiarato De Lorenzo “sulla quale il Direttivo di FAVO sarà chiamato a decidere per iniziative da assumere a 360 gradi”.
Di seguito l’articolo di quotidianosanità.it, a firma Edoardo Stucchi.

11 Diritti smalldi Elisabetta Iannelli
Vicepresidente AIMaC

Con circolare n. 1 del 9 gennaio 2015, allegato n.3, la Direzione Centrale delle Prestazioni INPS, dott. Nori, ha aggiornato gli importi delle provvidenze per gli invalidi civili e i limiti di reddito previsti per avere diritto alle relative prestazioni assistenziali per l'anno 2015:

- Pensione per gli invalidi civili totali: euro 279,75 mensili (13 mensilità) con limite di reddito annuo personale non superiore a euro 16.532,10.

Assegno per gli invalidi civili parziali: euro 279,75 mensili (13 mensilità) con limite di reddito annuo personale non superiore a euro 4.805,19.

- Indennità di frequenza per minori (erogata per la durata delle cure o la frequenza del corso): euro 279,75 mensili con limite di reddito annuo personale non superiore a euro 4.805,19.

- Indennità di accompagnamento: euro 508,55 mensili (12 mensilità). Non c’è alcun limite di reddito.

"Prevenire la sterilità e conservare la fertilità nelle donne malate di cancro”, questo l'obiettivo di un appello lanciato da FAVO, AIMaC, ANDOS e Salute Donna. Chiesta la modifica delle note prescrittive per i farmaci che proteggono le ovaie durante la chemio. Il trattamento con questi farmaci costerebbe complessivamente solo 77mila euro l'anno.

Quotidiano Sanit ha pubblicato un articolo di Maria Rita Montebelli a proposito dell'appello presentato da FAVO insieme a Andos, AIMaC e Salute Donna per la preservazione della fertilità nelle giovani donne che si ammalano di tumore. E' possibile leggere la versione integrale cliccando qui.

La Food and Drug Administration (FDA), l'ente governativo statunitense che si occupa della regolamentazione dei prodotti alimentari e farmaceutici, ha approvato il farmaco blinatumomab per il trattamento di pazienti affetti da leucemia linfoblastica acuta da precursori delle cellule B Philadelphia-negativa, una rara forma di LLA.

ATTENZIONE!

Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica.

Pur garantendo l'esattezza e il rigore scientifico delle informazioni, AIMaC declina ogni responsabilità con riferimento alle indicazioni fornite sui trattamenti, ricordando a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico curante.